Skip to content

Speranza mistica e pessimismo esistenziale nell'opera di Margherita Guidacci

Informazioni tesi

  Autore: Renata Tartufoli
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master de langues, littératures et civilisations étrangères, spécialité italien
Anno: 2005
Docente/Relatore: François LIVI
Istituito da: Université Paris Sorbonne - Paris IV
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 91

Scegliere di studiare Margherita Guidacci ed ancor più realizzare una tesi su di lei, significa entrare nell'analisi di un paradosso. La poesia della Guidacci è prammatica nel senso che si basa sull'attualità, ma ha come sopporto fondamentale la permanenza d'una fede cattolica che la poetessa sembra senza sosta mettere alla prova dei fatti. Studiare la sua opera letteraria è dunque entrare nella problematica del dubbio, e, se si puo dire, sperimentare un dubbio alternativo che oscilla tra certezza e abbandono secondo le circostanze. Non si deve tuttavia credere, stando a questa constatzione, che la poesia della Guidacci sia opportunista. La scrittura accompana, nel senso forte dei termni, gli stati d'animo dell'autore ed in questa incertezza latente, sempre presente anche nei momenti d'intensa fede, la poesia non diviene né atto di fede né scetticismo pronunciato, essa svolge il suo ruolo di problematica senza che mai la risposta definitiva sia offerta al lettore.
Penso che questo stato d'animo instabile che pervade la sua opera sia all'origine della sua sobrietà di scrittura, della sua economia di parole, come se la "légèreté savante" sia la migliore difesa contro l'alternanza del dubbio. Vi è in effetti nella sua poesia tanto entusiasmo contenuto che fredda collera. Ci si stuopisce di questa moderazione che risuona tuttavia come un grido. Donde una scrittura sotto tensione in cui si devono tradurre i silenzi in perturbazioni.
Come non evocare, anche se in riassunto, "L'orologio di Bologna", emblematico della maniera dell'autore, questo orologio arrestato sull'ora dell'attentato.
Pare che tutta la problematica della Guidacci sia qui espressa. Tra fede intensa e dubbio profondo, il tempo si arresta.
Tuttavia, come la sua ultima raccolta "Anelli nel tempo" l'attesta, la poetessa termina la sua opera su un tocco sublimato, metafora della luce della sua vita :
"[...] saro passata splendendo/per un attimo. Anche se nessuno/mi avesse guardata/risulterebbe ugualmente giustificato-/per quel lucente attimo-il mio esistere".

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 “Nei silenziosi guizzi per aggirare la tempesta nell’equilibrio delle grandi calme” 1 Introduzione Che dire di questi due versi di Margherita Guidacci, tratti dalla poesia Imbarco della raccolta Terra senza orologi, se non che tutto è già presente ? Abbiamo la metafora di una ricerca dell’impossibile ideale che, partendo dal silenzio, ritorna alla grande calma, ma, nel frattempo, la tempesta deve essere evitata. Quale tempesta ? La vita e le sue tribolazioni ? Quel che colpisce nell’opera della Guidacci è la densità di questo messaggio contradditorio che sembra un dato ossessivo tanto ci viene ripetuto con insistenza : il contrasto tra « il drammatico della vita » e « la serenità celeste ». Queste due astrazioni non sono disgiunte, perché, grazie alla magia dello stile, si fondono per offrirci un « condensato d’inaudito » che ci affascina. La maggior parte di coloro che hanno analizzato la sua opera, mettono fortemente in luce l’influenza della Dickinson e di Rilke. Effettivamente, a prima vista, esistono incontestabilmente delle analogie con questi autori. Ma precisamente « a prima vista !» poiché, alla lettura, solo una vaga ombra delle loro influenze percorre la sua opera singolare. Perché opera singolare ? La sua riuscita è dovuta in particolare al paradosso creato dalle contraddizioni che la tormentano, tra le quali, l’essenziale, come appare nel titolo di questo studio è : « la speranza mistica e il pessimismo esistenziale ». La poetessa si trova nell’impossibilità di dare una risposta chiara alle domande fondamentali che si affrontano nella sua poesia, generatrice di «dubbio». La poesia come luogo del dubbio ha la particolarità di mantenere in se stessa le contraddizioni che suscita. Se non oscura, la poesia di Margherita Guidacci è incontestabilmente polisemica. È dunque molto difficile trarne un significato preciso e trovarvi un messaggio, una posizione univoca che ci potrebbe indicare la «posizione» dell’autore. Si cercano allora delle chiavi esegetiche nella sua biografia… ed è ben questa la trappola ! Così sembra che i suoi « esegeti » abbiano troppo facilmente concluso che la sua poesia è religiosa. Intendiamo per « poesia religiosa », una poesia che faccia essenzialmente riferimento a temi teologici, come si diceva per la « pittura religiosa » durante il Rinascimento. 1 I testi italiani in nota sono stati tradotti dal francese dall’autore della tesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acqua
angelo
attentato di bologna (1980)
dubbio
fede
giuseppe ungaretti
grünewald
henry moore
internamento psichiatrico
le sibille di michelangelo
luce (nel senso di rivelazione)
morte
pessimismo esistenziale
poesia
sabbia
scetticismo
speranza mistica
vecchiaia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi