Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il metalinguaggio di Robert Lado

Il lavoro è diviso in due volumi tesi a mostrare una riflessione sul metalinguaggio e rappresenta inoltre un contributo ad un progetto, il DLM, DIZIONARIO GENERALE PLURILINGUE DEL LESSICO METALINGUISTICO. Si tratta di un Thesaurus terminologico del linguaggio.La prima parte sarà incentrata sulla presentazione dell'autore, Robert Lado, attraverso il suo profilo biografico e la sua collaborazione nel panorama della glottodidattica italiana; la seconda invece, più delicata e basilare, sarà dedicata ad una mappa di lettura interna alla schedatura dei suoi testi, che atraverso i lemmi-chiave individuati, ci aiuterà a mettere in risalto i concetti fondamentali ed il pensiero dell'autore.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREMESSA Il presente lavoro ha lo scopo di mostrare una riflessione sul “Metalin- guaggio” e rappresenta inoltre un contributo al progetto di elaborazione del DLM 1 , un Dizionario Generale Plurilingue del Lessico Metalinguisti- co. Si tratta di una banca dati multifunzionale, attualmente consultabi- le al sito http: //dlm.unipg.it. Il DLM è costituito da un insieme di lemmi che spiegano e descrivono la fenomenologia del linguaggio e delle lingue servendosi di definizioni che si sono susseguite nelle diverse epoche, in diversi autori e opere rilevan- ti. I lemmi vengono estratti da dizionari, glossari e opere fondamentali di autori, specialisti di linguistica. Essi sono presentati attraverso una schedatura caratterizzata dalla seguente struttura: si parte dal “Lem- ma”, riportato fedelmente dal testo analizzato. Esso può essere costitui- to da una sola parola oppure da un sintagma. Si procede poi con la “Ca- tegoria Grammaticale” che può essere associata ad un nome (N), un ag- gettivo (A), un verbo (V), ecc. Alla voce “Testo” troviamo specificato il nome dell’autore insieme alla data dell’opera che andremo ad analizza- re. La voce “Sinonimo” è fondamentale in quanto, se presente, consente di avere denominazioni di uno stesso concetto. Il campo “Rinvio” viene invece occupato da tutti quei lemmi che in qualche modo rimandano nel testo al lemma che stiamo analizzando. Ciò consentirà allo studioso di creare un percorso più o meno lineare e cogliere meglio il significato del nostro lavoro. Infine per ultima, ma non per questo meno importante, troviamo la “Citazione”, costituita da parte di testo riportato fedelmente dall’opera contenente il lemma di origine. Le citazioni possono essere variabili. Il DLM presenta alla base della sua elaborazione una raccolta di testi che si collega agli sviluppi della disciplina linguistica, fin dalla fase più 1 Cfr. De Meo(2002)

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Tullia Onorati Contatta »

Composta da 672 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2639 click dal 07/10/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.