Skip to content

La sperimentazione di colture energetiche nel Parco dell'Alta Murgia: analisi del processo produttivo della Brassica Carinata

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Loglisci
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi della Basilicata
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Mariafara Favia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

Il presente lavoro nasce dal personale interesse per le tematiche ambientali, che assumono da tempo un’importanza fondamentale per il futuro del pianeta. L’altro elemento che mi ha spinto ad effettuare uno studio sulle biomasse agricole nel Parco dell’Alta Murgia è la constatazione che i costi per l’approviggionamento e l‘utilizzo dell’energia, in tutti i settori, non siano ormai più sostenibili, sia dal punto di vista ambientale che economico.
E’ ormai noto l’apporto che un corretto sfruttamento delle biomasse agro-forestali possono fornire per la riduzione dell’effetto serra globale e dei costi sempre crescenti per il consumo di energia, che si ripercuotono quotidianamente sui beni alimentari e non. Questo lavoro di tesi rappresenta un contributo in direzione della espansione delle fonti energetiche rinnovabili, in quanto ha per obiettivo la verifica della convenienza economica da parte dei produttori agricoli di una coltura energetica che potrebbe contribuire alla riduzione dei costi del carburante per uso agricolo, civile ed industriale, oltre che alla riduzione del surriscaldamento globale.
Il settore del biodiesel rappresenta tuttora un’incognita, almeno sotto quattro punti di vista:
a) la definizione del processo produttivo più adeguato alle aspettative di redditività della coltura;
b) l’entità del premio comunitario in funzione del raggiungimento degli obiettivi comunitari in termini di superfici investite dalla coltura
c) le difficoltà incontrate dal sistema produttivo nazionale a chiudere effettivamente la filiera;
d) e, soprattutto, la competizione esercitata dalla coltura cerealicola a seguito del recente rialzo del prezzo.

Nel caso della Alta Murgia, l’attuale quotazione del grano duro, seguita ad una lunga fase di stagnazione dei prezzi, sta rimettendo in discussione le scelte produttive degli imprenditori agricoli. che si erano orientati verso le colture energetiche.
Pur non avendo pretese di esaustività, l’analisi economica da me svolta assume il punto di vista dell’imprenditore, che deve affrontare una scelta produttiva all’interno di un mercato complesso quale quello delle produzioni agro-alimentari, che deve oggi confrontarsi con un mercato nuovo ed altrettanto complicato, quello delle colture no-food per la produzione di energie alternative e rinnovabili.
La presente tesi è articolata in tre capitoli.
Nel I capitolo ho analizzato la situazione energetica a livello mondiale e comunitario, con particolare riferimento alla realtà italiana, soffermandomi sull’utilizzo del petrolio, che costituisce la fonte energetica più utilizzata, con tutte le conseguenze che ciò comporta. L’analisi prosegue con la constatazione degli effetti che il surriscaldamento globale provoca in tutti i settori economici, supportata dagli studi condotti dagli esperti, e con la descrizione del Protocollo di Kyoto quale accordo e impegno tra i principali Paesi per la riduzione delle emissioni globali dei gas serra. Il capitolo si conclude con una panoramica delle forme di biomassa utilizzabili, con particolare riferimento al settore dei biocarburanti e soprattutto del biodiesel, del quale ho analizzato la situazione legislativa e le produzioni attuali a livello europeo e nazionale.
Nel II capitolo, dopo una sommaria descrizione del contesto agricolo del Parco dell’Alta Murgia pugliese, viene presentato un progetto di introduzione di una pianta energetica: la Brassica Carinata. di cui vengono illustrate le principali caratteristiche agronomiche. Il progetto, , che ha coinvolto venti aziende nell’area del Parco, ha l’obiettivo di verificare l’adattabilità e le potenzialità produttive della Brassica nel territorio murgiano.
Nel III capitolo ho condotto un’analisi economica del processo produttivo della Brassica Carinata, con l’obiettivo di quantificare i costi e il reddito per l’imprenditore agricolo. Il processo produttivo è stato poi confrontato con quello della coltura di riferimento della zona, che è il frumento duro, con l’intento di ricavare delle considerazioni circa la convenienza economica della coltura energetica, all’interno dell’attuale contesto legislativo e produttivo del settore delle bio-energie.
L’obiettivo è ambizioso, se si considera che il frumento risulta essere una coltura “storica” nel territorio locale (e attualmente molto vantaggiosa in termini di reddito), e che una sua parziale sostituzione con una coltura energetica che ha una situazione legislativa non del tutto chiara presenta delle perplessità, sia dal punto di vista prettamente agronomico-produttivo che economico.
Nell’analisi del processo produttivo si è fatto riferimento ai fattori produttivi e relativi prezzi di acquisto reali dell’area, nonché alle condizioni di mercato attuali, ai fini dello svolgimento di un’analisi economica il più possibile aderente alla realtà.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. LE BIOMASSE COME FONTE ENERGETICA RINNOVABILE 1.1 Le fonti energetiche L’energia rappresenta la chiave per la sopravvivenza a lungo termine della civiltà moderna. La maggior parte dell’energia oggi utilizzata nel mondo deriva dai giacimenti di combustibili fossili come carbone e petrolio, ma tali giacimenti sono disponibili in quantità limitate e rappresentano quindi una fonte energetica esauribile, non rinnovabile 1 . E’ importante osservare come, secondo l’International Energy Agency, nel 2000 la domanda di energia a livello mondiale ha raggiunto un valore prossimo a 9.200 Mtep 2 , con un aumento del 500% rispetto ai consumi del 1900, con un ritmo di incremento ormai costante da alcuni decenni. Stando ai dati della stessa IEA, la domanda di energia globale è soddisfatta per circa l’80% da combustibili fossili, più specificatamente: • 3.600 Mtep sono derivati dallo sfruttamento del petrolio; • 2.350 Mtep dal carbone; • 2.100 Mtep dal gas naturale. E’ possibile valutare nella figura seguente la suddivisione del patrimonio energetico consumato nelle diverse forme, secondo i dati forniti dall'International Energy Agency; è evidente il predominio dei combustibili fossili, e in particolar modo del petrolio che detiene la quota maggiore: 1 Le risorse non rinnovabili sono tutte quelle risorse il cui uso le sottrae definitivamente al patrimonio naturale da cui sono ricavate (Santoprete, Tarabella, 1996). 2 Mtep: “milioni di tonnellate equivalenti di petrolio”. Un TEP, equivalente a 11.628 kWh; corrisponde all’energia termica che si ottiene bruciando una tonnellata di petrolio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alta murgia
ammortamento
appulo-lucano
azienda agricola
biocarburanti
biodiesel
biomasse
brassica carinata
carinata
colture energetiche
cooperazionismo
costi colturali
diretto-coltivatrice
fonti energetiche
frumento
gas serra
impresa
kyoto
parco
petrolio
pluriattiva disattivata
produzione vendibile plv
reddito lordo standard
reddito netto

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi