Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il gergo giovanile in italiano - Analisi lessicale, morfosintattica ed i problemi di traduzione in lingua araba in ''Jack Frusciante è uscito dal gruppo'' di Enrico Brizzi ed ''Esco a fare due passi'' di Fabio Volo

L'oggetto della presente ricerca e` lo studio socio-linguistico del gergo giovanile, in quanto una delle varietà sub-standard della lingua italiana. Fino a pochi anni fa il gergo giovanile non era mai stato oggetto di interesse dei socio-linguisti italiani, sia perché e` una varietà che si e` formata relativamente in tempi recenti, sia perché, per poterla analizzare, la linguistica generale non disponeva degli strumenti adeguati al fine di effettuare tale analisi. Per questo motivo l'interesse degli studiosi si e` rivolto alle varietà sub-standard solo dopo la nascita della Sociolinguistica all'inizio del Novecento, che garantiva una metodologia di analisi completa.

Lo scopo che la ricerca si è imposta, è quello di analizzare il linguaggio dei giovani, soprattutto gli aspetti lessicali e sintattici, tenendo in considerazione il background sociologico di tale fenomeno. Ed in seguito analizzare i problemi di traduzione in arabo.

La ricerca si è svolta principalmente su due versanti; un primo versante (teorico) in cui si definisce questa varietà sub-standard come una varieta` per lo piu` orale, usata da soggetti tra i 13 ed i 24 anni (adolescenti e soggetti tardo-adolescenizali), prendendone in esame le origini sociologiche, fra cui linguistiche (come la graduale scomparsa dei dialetti) o sociologiche (come il bisogno di distinguersi e di comunicare con emotività), insieme alle caratteristiche lessicali (ripresa di alcuni lessemi dialettali, invenzioni di parole ed uso di termini stranieri) e sintattiche (fra cui la frammentarietà sintattica e la presenza di segnali discorsivi).

Un secondo versante (applicato) in cui si fa un'analisi lessicale e sintattica del linguaggio di "Jack frusciante e` uscito dal gruppo", di Enrico Brizzi, in modo da verificare l'esistenza effettiva delle stesse caratteristiche rilevate in precedenza. In seguito si affrontano le difficoltà di traduzione del gergo giovanile attraverso " Esco a fare due passi" di Fabio Volo (rappresentate dalle stesse caratteristiche lessicali rilevate in precedenza: uso di termini stranieri, dialettali ecc) ed infine si propongono diverse soluzioni per superare le varie difficoltà di traduzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
7    Introduzione 1. La sociolinguistica e le varietà gergali L'interesse dei linguisti, fino a pochi anni fa, si era sempre concentrato sullo studio della lingua, in termini dei meccanismi di formazione e di mutamento nel tempo attraverso esempi staccati dal contesto o frasi isolate. Secondo Hudson 1 sarebbe errato e persino abbastanza rischioso pretendere di studiare la lingua a prescindere dalla Società o pensare di capire il funzionamento di un linguaggio senza riferirsi continuamente al suo contesto socio-culturale. Anche M. Dardano 2 sostiene che, per poter studiare una lingua, occorre prendere in considerazione anche gli individui che la parlano insieme al contesto in cui se ne fa uso. Per questo e` nata la Sociolinguistica all'inizio del Novecento come "lo studio della natura e delle manifestazioni della variabilità linguistica, del rapporto fra lingua e stratificazione sociale, della covarianza tra fatti linguistici e variabili sociali" 3 . La sociolinguistica e`, dunque, una sottodisciplina della linguistica generale, indispensabile per lo studio di quest'ultima e quasi parallela 4 ad essa che " studia particolarmente le                                                             1 R. HUDSON, Sociolinguistics, Cambridge University Press. Cambridge 1980. 2 M. DARDANO e P. TRIFONE, La lingua Italiana, una grammatica completa e rigorosa. Zanichelli. 1996. Zanichelli 3 G. BERRUTO, Fondamenti di sociolinguistica, Editori Laterza, 1995. Cit. pag. 12 4 Per il concetto di complementarietà ed autonomia del rapporto tra linguistica e sociolinguistica Cfr. G. BERRUTO, Fondamenti di sociolinguistica, op. cit.

Tesi di Master

Autore: Hossam El Sherbiny Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6897 click dal 30/09/2008.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.