Skip to content

Un ambiente di interoperabilità per sistemi CAD eterogenei nell'ambito della Progettazione Architettonica Collaborativa

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Possenti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria informatica
  Relatore: Umberto Nanni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 107

Il sistema oggetto di questa tesi è un ambiente operativo ideato e creato per assistere la progettazione architettonica collaborativa. L’applicazione sviluppata ricalca una simulazione del sistema che andrà a prendere forma nei prossimi anni;
essa consiste di più parti software che analizzano e propongono soluzioni per il
problema posto, svolgendo il ruolo di esempio per una futura espansione del sistema. Si tratta, dunque, di simulazione di progettazione collaborativa basata su
pochi ma essenziali vincoli.
Il sistema realizzato consiste di una parte server, uno o più client e un’interfaccia grafica di comunicazione con l’utente. I requisiti a cui è stato richiesto di fare fronte esprimevano la vera essenza della progettazione collaborativa, trattando vincoli che dessero la possibilità ad ogni progettista di assolvere il suo compito avvalendosi dei propri mezzi ma collaborando “in linea” con gli altri colleghi realizzatori del progetto.
E’ stata creata una interfaccia grafica comprendente un programma di disegno, una lavagna grafica e un programma di chat testuale e audio/video conferenza. Questa è quella che interagisce con l’utente e permette la creazione del disegno di progetto. A questa si unisce un modulo client che cattura gli eventi riguardanti la realizzazione di un lavoro, li gestisce attribuendo un formato idoneo ad ogni oggetto componente e li invia al server. Quest’ultimo è il cuore del progetto. Qui vengono ricevuti uno o più messaggi provenienti dai diversi client collegati, ognuno di essi viene analizzato e opportunamente “parsato”. Da questo momento in poi avviene l’interazione con il database.
Ogni oggetto facente parte di un progetto (o di una versione di un progetto)
viene inserito in una base di dati, creata appositamente per l’applicazione in
questione. Essa contiene ogni informazione riguardante il disegno tecnico realizzato (oggetti e proprietà di essi che compongono il progetto), registra
l’avanzamento delle versioni contribuendo alla creazione di uno storico dei dati e si
occupa della verifica dei vincoli imposti dalle basi di conoscenza degli attori con l’ausilio delle stored procedures. Requisito fondamentale per la progettazione collaborativa è, infatti, il controllo di regole poste dalla normativa in vigore, così come da ogni attore protagonista nella progettazione. L’aderenza ai vincoli permette una progettazione corretta e coerente; la visualizzazione delle regole e dei possibili errori in corso d’opera è uno strumento efficace per una progettazione spedita, “distribuita” e collaborativa.
Il rispetto dei vincoli e conseguentemente l’inserimento nel database, consentono al server di garantire la correttezza di un progetto e permettono la sua visualizzazione da parte di tutti i client collegati al sistema (uno per ogni attore
progettista, in questo frangente 3).
Una buona riuscita di un primo approccio alla progettazione collaborativa si conclude con la possibilità fornita ai progettisti di valutare le loro opere anche se in
via di sviluppo. E’ infatti stato richiesto che fosse a disposizione un metodo di
valutazione in cui ogni attore potesse esprimere la preferenza tra più alternative
progettuali o semplicemente dare un giudizio sul progetto finale, così da valutarne
la “bontà” in campo artistico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 7 Introduzione Nel corso de gli ultimi anni si è sviluppata l’idea di espandere il campo dell’architettura tentando di “superare i limiti”, da sempre esistenti, dello spazio. In questo ambito si cala il progetto X-GAME, così chiamato per rendere palese la sua essenza di simulazione di caso reale, che ricalca, attraverso una sorta di esemplificazione, il meccanismo della progettazione architettonica eseguito in ambiente distribuito. I dipartimenti di Architettura e Urbanistica per l’Ingegneria (DAU) e di Informatica e Sistemistica (DIS) dell’Università “La Sapienza” di Roma, in collaborazione con altre tre università italiane: Università di Pisa, Università degli Studi di Palermo, Politecnico di Torino; hanno promosso un progetto a livello nazionale a proposito di un tema che sta particolarmente a cuore e che promette di portare ingenti benefici nel progetto di architetture, la progettazione architettonica collaborativa. Lo scopo dell'Unità di Ricerca (UdR) è studiare un processo integrato tra tecnologie della comunicazione ed informazione (ICT) e progettazione collaborativa per supportare metodologie avanzate ed innovative di costruzione. Queste metodologie avanzate saranno volte a sviluppare la capacità di supportare i singoli attori nel settore delle costruzioni in processi creativi di progettazione dinamici e collaborativi. Questo lavoro rispecchia un primo sviluppo dell’idea sopra descritta. Seguendo i principi della “buona progettazione”, è stato utilizzato un sistema incrementale per l’evoluzione del progetto che ha dato vita ad un pre-game , ossia una versione semplificata ma qualitativamente completa e funzionante del problema proposto. Il progetto intero, quindi ampliato, svolto in maniera minuziosa e quantitativamente completo in ogni sua parte, sarà terminato nel giro di due anni, come previsto dagli accordi presi tra le parti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

architectural desktop
architettura del software
audio/video conferenza
base di conoscenza
base di dati
cad
chat testuale
client - server
lavagna grafica
mysql
object arx
progettazione architettonica collaborativa
qualità del software
sax parser
schema er
stored procedures
uml
xml

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi