Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Costo energetico e reclutamento muscolare nel cammino assistito

In seguito ad un accidente cerebrovascolare (CVA) molti soggetti non sono più in grado di deambulare per compiere le attività quotidiane; perciò il recupero di una mobilità ottimale è uno dei principali obiettivi da raggiungere per molti pazienti. Per questo motivo i protocolli riabilitativi sfruttano molto spesso strumenti che consentano una deambulazione precoce per portare i soggetti, più rapidamente possibile, verso un progressivo recupero del cammino.
Nelle più recenti metodiche e protocolli viene frequentemente incluso il cammino in sospensione (Body Weight Support BWS); attraverso la riduzione del peso del paziente durante la deambulazione su treadmill, il BWS provvede ad un supporto posturale per la stazione eretta per facilitare la coordinazione degli arti inferiori. Il decremento di peso interviene diminuendo la richiesta di attivazione dei muscoli responsabili del cammino ed antigravitari permettendo al paziente, in teoria, di adottare e sviluppare efficaci strategie di movimento. E’ inoltre lo strumento ideale per restituire confidenza con il cammino essendo un modo sicuro di praticare la locomozione. Tramite il BWS il tecnico della riabilitazione è libero da compiti intesi a garantire la sicurezza della persona e può maggiormente concentrarsi sull’osservazione del cammino fornendo indicazioni più precise ed accurate al paziente durante il processo riabilitativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREFAZIONE      In seguito ad un accidente cerebrovascolare (CVA) molti soggetti non sono  più in grado di deambulare per compiere le attività quotidiane; perciò il recupero  di una mobilità ottimale è uno dei principali obiettivi da  raggiungere per molti  pazienti.  Per  questo  motivo  i  protocolli  riabilitativi  sfruttano  molto  spesso  strumenti che consentano una deambulazione precoce per portare i soggetti, più  rapidamente possibile, verso un progressivo recupero del cammino.   Nelle  più  recenti metodiche  e  protocolli  viene  frequentemente  incluso  il  cammino in sospensione (Body Weight Support BWS); attraverso la riduzione del  peso del paziente durante la deambulazione su treadmill, il BWS provvede ad un  supporto posturale per la stazione eretta per facilitare la coordinazione degli arti  inferiori. Il decremento di peso  interviene diminuendo  la richiesta di attivazione  dei muscoli responsabili del cammino ed antigravitari permettendo al paziente,  in  teoria, di adottare e  sviluppare efficaci  strategie di movimento. E’  inoltre  lo  strumento  ideale  per  restituire  confidenza  con  il  cammino  essendo  un modo  sicuro di praticare la locomozione. Tramite il BWS il tecnico della riabilitazione è  libero  da  compiti  intesi  a  garantire  la  sicurezza  della  persona  e  può  maggiormente concentrarsi sull’osservazione del cammino  fornendo  indicazioni  più precise ed accurate al paziente durante il processo riabilitativo. 

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Paolo Gaffurini Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1642 click dal 07/10/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.