Skip to content

La pubblicità come il futuro del classico

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Oggioni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: scienze umanistiche per la comunicazione
  Corso: lettere e filosofia
  Relatore: Andrea Pinotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

L’argomento di questa ricerca nasce dall’osservazione della realtà metropolitana in cui viviamo, degli effetti provocati dalla comunicazione massmediatica e dalla pubblicità sulla società contemporanea, che ne è bombardata attraverso qualsiasi canale informativo. Particolare attenzione la rivolgerò alle modalità e ai meccanismi di trasmissione sfruttati dalla pubblicità, e alle strategie che hanno indotto maggior efficacia persuasiva sul pubblico, notando con interesse e stupore che spesso richiamano e fanno leva su conoscenze legate all’autorevolezza della tradizione e della classicità. La scelta di questo tema ha preso spunto anche dalla visita alla mostra “Classico manifesto”, presso la Triennale di Milano, in cui si seguiva l’analisi di molti slogan che hanno segnato i decenni a seguire l’avvento del fenomeno pubblicitario.
Le modalità con cui l’immagine si è relazionata con le precedenti epoche storiche, culturali e artistiche si sono sempre diversificate notevolmente; all’interno della nostra società, definita spesso “civiltà dell’immagine”, l’immagine appartenente a qualsiasi ambito e periodo storico viene plasmata e modellata secondo le necessità occorrenti.
Inizialmente l’espressione artistica si lega unicamente all’intenzionalità emotiva e personale dell’artista, con l’avvento della pubblicità l’obbiettivo si sposta. L’immagine si fa portavoce di un messaggio che porta con sé un fine persuasivo. Il cammino che vede la fusione tra arte e pubblicità percorre numerosi decenni. Col XX secolo si assiste allo sviluppo di concezioni artistiche non più legate al puro concetto di arte ma aperte a tutti gli ambiti comunicativi di fruizione col pubblico; la creatività, i nuovi strumenti grafici e presupposti culturali ed ideologici confondono la distanza tra arte e pubblicità, tra classicità e contemporaneità.
Nello elaborazione di questo lavoro mi proporrò di esaminare il processo storico-evolutivo che ha portato alla piena diffusione dell’immagine pubblicitaria e in particolare a quella che ha come spunto di partenza la ripresa di un concetto o di un’icona classica, spiegando come ogni epoca conduca uno sguardo retrospettivo alla tradizione e alla storia. Il mio intento sarà quello di mostrare quanto sia serrato il rapporto tra arte e pubblicità e quanto questi due ambiti si siano influenzati vicendevolmente, abbiano tratto vantaggi reciproci e abbiano fatto salda presa sull’immaginario collettivo, che a volte rimane coinvolto senza percepire la distanza storica che vi è di fondo.
La tesi è strutturata in quattro capitoli, il cui scopo è quello di condurre in maniera logica attraverso il percorso che vede l’utilizzazione dell’immagine all’interno del mutevole contesto culturale e in particolare il riuso che è adoperato nelle campagne pubblicitarie degli ultimi anni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE L argomento di questa ricerca nasce dall osservazione della rea lt metropolitana in cui viviamo, degli effetti provocati dalla comunicazione massmediatica e dalla pubblicit sulla societ contemporanea, che ne Ł bombardata attravers o qualsiasi canale informativo. Particolare attenzione la rivolger alle modalit e ai meccanismi di trasmissione sfruttati dalla pubblicit , e alle strategie c he hanno indotto maggior efficacia persuasiva sul pubblico, notando con interesse e stupore che spesso richiamano e fanno leva su conoscenze legate all autorevolezza della tradizione e della classicit . La scelta di questo tema ha preso spunto anche dalla visita alla mostra Classico manifesto , tenutasi dal 13 febbraio al 24 marzo 2008, presso la Triennal e di Milano, in cui si seguiva l analisi di molti slogan che hanno segnato i decenni a seguire l avvento del fenomeno pubblicitario. Le modalit con cui l immagine si Ł relazionata con le precedent i epoche storiche, culturali e artistiche si sono sempre diversificate notevolmente; all interno della nostra societ , definita spesso civilt dell immagine , l immagine appartenente a qualsiasi ambito e periodo storico viene plasmata e modellata secondo le necessit occor renti. Inizialmente l espressione artistica si lega unicamente all intenzionalit emotiva e personale dell artista, con l avvento della pubblicit l obbiettivo si sposta. L immagine si fa portavoce di un messaggio che porta con sØ un fine persuasivo. Il cammino che vede la fusione tra arte e pubblicit percorre numerosi decenni. Col X X secolo si assiste allo sviluppo di concezioni artistiche non piø legate al puro concetto di arte ma aperte a tutti gli ambiti comunicativi di fruizione col pubblico; la creativit , i nuovi strumenti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi