Skip to content

Storia del gruppo Ferruzzi

Informazioni tesi

  Autore: Vincenzo Benini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Franco Piro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 255

Il Gruppo Ferruzzi viene fondato a Ravenna dal commerciante Serafino Ferruzzi nel 1948. Il Gruppo, che opera inizialmente nel commercio dei cereali, nel corso degli anni estende sia il proprio raggio d'azione (dall'Italia alle Americhe) che il numero delle attività (settori cementiero, oleario e saccarifero). Agli inizi degli anni '80, a seguito della morte del fondatore, al comendo del Gruppo viene posto Raul Gardini, il quale intraprende un'opera di riconversione. Il Gruppo si espande così ulteriormente nei settori tradizionali ed esordisce anche in quelli finanziario, assicurativo e chimico (Montedison). Nel 1990 il Gruppo registra il fallimento della Enimont (fusione della Montedison con l'ENI) e nell'anno successivo Gardini lascia il comando della società. Nel 1993 il Gruppo viene commissariato dalle banche creditrici a causa del suo fallimento, mentre i suoi vertici sono coinvolti nell'inchiesta "mani pulite".
METODOLOGIA: per gli avvenimenti principali della storia del Gruppo Ferruzzi si è fatto riferimento ad atti parlamentari, sentenze, procedimenti giudiziari accessibili, vasta letteratura. Si sono utilizzati anche metodi della storia orale con interviste ai protagonisti. Per approfondire ulteriormente gli argomenti trattati si è fatto uso di quotidiani e riviste e working papers editi dal Gruppo stesso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO 1 * LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL GRUPPO FERRUZZI 1. La situazione economica a Ravenna nel dopoguerra All’indomani della fine della guerra la situazione economica della provincia di Ravenna si presenta particolarmente grave a causa degli ingenti danni subiti durante il conflitto. Alla quasi totale distruzione del porto di Ravenna e di tutti gli stabilimenti situati nelle sue vicinanze, si aggiunge l’isolamento geografico causato dai danni gravissimi subiti dalle vie di comunicazione. Di conseguenza i primi lavori si indirizzano nella ricostruzione delle comunicazioni portuali e ferroviarie, dando così impulso alle operazioni di dragaggio della Darsena e del canale per consentire l’entrata delle navi (livellamento del fondo e bonifica degli esplosivi) e ripristinando il collegamento tra il porto e la ferrovia mediante la costruzione di un binario provvisorio 1 . Il carattere prevalentemente agricolo della provincia di Ravenna, anche se non molto sviluppato (in molti casi esistono ancora rapporti di lavoro di tipo semifeudale), consente il superamento della carestia, grazie soprattutto alla fertilità delle terre. Si verifica inoltre l’inizio di un movimento migratorio da parte di intere famiglie dalle zone collinari della Romagna verso la pianura ravennate (esodo favorito dal fatto che non è più in vigore la legislazione restrittiva fascista). La questione della disoccupazione, aggravata dallo smantellamento della * Per la stesura dei paragrafi 3,4,5,6,7,8,9 di questo capitolo si è fatto principalmente riferimento ai testi di C. Peruzzi, Il caso Ferruzzi, Milano, 1987, e di G.C. Bianco, Il gruppo Ferruzzi. Formazione di una global company, Roma, 1988 1 Camera di Commercio, Industria ed Artigianato (da ora in poi CCIAA), Un secolo di vita camerale (1863-1963) al servizio dell’economia ravennate, Ravenna, 1963, pag.139

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

caso ferruzzi
enimont
gruppo ferruzzi
industria chimica
raul gardini
serafino ferruzzi
storia economica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi