Skip to content

La massoneria tra Stati e Chiesa nell'Italia dei Lumi

Informazioni tesi

  Autore: Gabriele Nero
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Beni culturali
  Corso: Scienze storiche
  Relatore: donatella balani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

Introduzione.

Questo mio elaborato sulla massoneria italiana ha come limiti cronologici l’inizio del XVIII secolo, ovvero gli albori della Libera Muratoria ed il periodo prerivoluzionario, fase in cui le logge entrarono in una profonda crisi d’identità.
Il mio obiettivo è mostrare i cambiamenti e gli sviluppi interni alle logge italiane, mettendoli in relazione ai diversi atteggiamenti talvolta repressivi, talvolta accondiscendenti, delle autorità statali e della Chiesa.
Ogni capitolo parte da un quadro europeo, senza il quale sarebbe difficile comprendere le trasformazioni avvenute all’interno delle varie confraternite, e si sofferma a descrivere schematicamente i vari sistemi massonici che riuscirono a penetrare negli stati della penisola. La mia analisi prosegue poi esaminando le realtà muratorie italiane più interessanti, con l’obiettivo non già di illustrare la globalità delle logge presenti nel Settecento nel nostro paese, bensì di privilegiare gli ambienti in cui la massoneria entrò in contrasto con le istituzioni. Ognuna delle tre sezioni si conclude con delle considerazioni finali sulla massoneria e sui suoi rapporti con la Chiesa.
Le mie riflessioni sono frutto di letture e ricerche bibliografiche che mi hanno portato a riscontrare delle discontinuità significative nel rapporto tra Stato, Chiesa e logge massoniche nel corso del Settecento. Di fondamentale aiuto è stato per me l’apporto del libro di Carlo Francovich, Storia della massoneria in Italia : dalle origini alla rivoluzione francese, che per puntualità e completezza potrebbe essere definito un manuale di storia della massoneria settecentesca italiana, affiancato dall’opera di Antonio Trampus La massoneria nell'età moderna, testo sintetico ma con chiavi di lettura sul fenomeno massonico molto particolari. Sempre sulla Libera Muratoria italiana, utilissimo è stato il volume di recente pubblicazione, interamente dedicato alla massoneria, degli Annali della Storia d’Italia Einaudi, a cura di Gian Mario Cazzaniga, che raccoglie numerosi saggi, redatti da diversi storici, che esaminano in modo analitico sia i grandi temi che coinvolgevano la massoneria italiana, sia le singole realtà dei diversi stati. Ho tratto importanti notizie sulla muratoria europea dagli scritti di Margaret Candide Jacob, capace di fornire spaccati dei vari sistemi massonici molto esaustivi, perfettamente inseriti nel contesto storico e con riferimenti alle dottrine filosofiche e politiche dei framassoni. A questi testi di riferimento ho affiancato di volta in volta altre letture, a seconda dell’argomento che stavo approfondendo.
Le difficoltà maggiori le ho incontrate quando la bibliografia, su uno stesso tema, dava giudizi diversi. In questi casi ho cercato di fornire una descrizione completa di tutti i punti di vista, esprimendo quale argomentazione mi appariva più convincente.
Ho deciso di fermarmi agli anni della rivoluzione francese, perché nel periodo successivo, nell’epoca napoleonica prima, e nell’età della Restaurazione poi, la Libera Muratoria avrebbe assunto peculiarità del tutto nuove e diverse, legate agli ideali romantici e patriottici, in discontinuità con gli ideali illuministici della massoneria settecentesca.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. Questo mio elaborato sulla massoneria italiana ha come limiti cronologici l’inizio del XVIII secolo, ovvero gli albori della Libera Muratoria ed il periodo prerivoluzionario, fase in cui le logge entrarono in una profonda crisi d’identità. Il mio obiettivo è mostrare i cambiamenti e gli sviluppi interni alle logge italiane, mettendoli in relazione ai diversi atteggiamenti talvolta repressivi, talvolta accondiscendenti, delle autorità statali e della Chiesa. Ogni capitolo parte da un quadro europeo, senza il quale sarebbe difficile comprendere le trasformazioni avvenute all’interno delle varie confraternite, e si sofferma a descrivere schematicamente i vari sistemi massonici che riuscirono a penetrare negli stati della penisola. La mia analisi prosegue poi esaminando le realtà muratorie italiane più interessanti, con l’obiettivo non già di illustrare la globalità delle logge presenti nel Settecento nel nostro paese, bensì di privilegiare gli ambienti in cui la massoneria entrò in contrasto con le istituzioni. Ognuna delle tre sezioni si conclude con delle considerazioni finali sulla massoneria e sui suoi rapporti con la Chiesa. Le mie riflessioni sono frutto di letture e ricerche bibliografiche che mi hanno portato a riscontrare delle discontinuità significative nel rapporto tra Stato, Chiesa e logge massoniche nel corso del Settecento. Di fondamentale aiuto è stato per me l’apporto del libro di Carlo Francovich, Storia della massoneria in Italia : dalle origini alla rivoluzione francese, che per puntualità e completezza potrebbe essere definito un manuale di storia della massoneria settecentesca italiana, affiancato dall’opera di Antonio Trampus La massoneria nell'età moderna, testo sintetico ma con chiavi di lettura sul fenomeno massonico molto particolari. Sempre sulla Libera Muratoria italiana, utilissimo è stato il volume di recente pubblicazione, interamente dedicato alla massoneria, degli Annali della Storia d’Italia Einaudi, a cura di Gian Mario Cazzaniga, che raccoglie numerosi saggi, redatti da diversi 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cagliostro
chiesa
illuminati di baviera
illuminismo
italia
italiana
logge
lumi
massoneria
massoneria europea
massoneria italiana
rivoluzione francese
settecento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi