Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Constitutiones dell'abbazia di Casamari

La presente tesi contiene l'analisi sistematica delle Costituzioni della Abbazia di Casamari. Punto di partenza sarà la ricerca di quanto riguarda direttamente le Constituciones della Congregazione di Casamari, avendo presente una serie di problematiche:
• L'arco di tempo assai ampio nel quale si colloca la redazione degli scritti che compongono il diritto proprio della congregazione.
• L'uso di manoscritti risalenti anche al XVIII secolo parte dei quali si trova in fase di restauro.
• Il rapporto di autonomia e complementarità tra il diritto universale e il diritto proprio della congregazione.
• La mancanza di una vera e propria continuità nella redazione delle costituzioni sino al 14 dicembre 1929, anno in cui Casamari viene riconosciuta ufficialmente da Pio XI come Congregazione monastica di diritto pontificio ed esente.
Presentare il diritto proprio di una congregazione monastica facente parte di un Ordine che conta quasi novecento anni di vita, si presenta poco agevole, sia per la grande mole di materiale di cui risulta costituito, sia per i diversi criteri in cui è possibile catalogarlo.
A questa difficoltà si deve aggiungere il fatto che il diritto proprio della Congregazione di Casamari è innestato su quello proprio dell'Ordine Cistercense, il quale a sua volta si è costituito sulla Regola di S. Benedetto. Quindi prima di procedere all'analisi vera e propria delle fonti si studieranno più in generale le costituzioni nel panorama cistercense risalendo fino alla Regola di S. Benedetto e alla Carta di Carità.
Successivamente sono esaminate le Constitutiones di Casamari in ordine cronologico, inquadrandole nelle diverse fasi storiche del monastero.
Si arricchisce l'analisi delle Costituzioni illustrando l’evoluzione dei vari istituti ed uffici ecclesiastici (l'abate, il capitolo ecc.), e la trasformazione della vita dei monaci dell'Abbazia.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il presente lavoro si propone l'analisi sistematica delle Costituzioni della Abbazia di Casamari. Punto di partenza sarà la ricerca di quanto riguarda direttamente le CONSTITUTIONES della CONGREGAZIONE DI CASAMARI, avendo presente una serie di problematiche: • L'arco di tempo assai ampio nel quale si colloca la redazione degli scritti che compongono il diritto proprio della congregazione. • L'uso di manoscritti risalenti anche al XVIII secolo parte dei quali si trova in fase di restauro. • Il rapporto di autonomia e complementarità tra il diritto universale e il diritto proprio della congregazione. • La mancanza di una vera e propria continuità nella redazione delle costituzioni sino al 14 dicembre 1929, anno in cui Casamari viene riconosciuta ufficialmente da Pio XI come Congregazione monastica di diritto pontificio ed esente. Presentare il diritto proprio di una congregazione monastica facente parte di un Ordine che conta quasi novecento anni di vita, si presenta poco agevole, sia per la grande mole di materiale di cui risulta costituito, sia per i diversi criteri in cui è possibile catalogarlo.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Danila Carducci Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 928 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.