Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progetto e riqualificazione in Via Panoramica Monte di Procida

L’area di intervento è situata nel Comune di Monte di Procida in Via Panoramica, un'area dei Campi Flegrei nel golfo di Napoli,ed ha un estensione poco più grande di 7 ettari.
È un’area caratterizzata da un’elevata valenza panoramica, infatti da lungo tutta la strada si apre la vista verso il promontorio di Capo Miseno e verso l’isola di Procida.
Pur essendo la via più importante del comune, oggi giorno risulta essere una strada di passaggio non molto frequentata durante la giornata che si trasforma in un’ area di parcheggio per i diversi locali presenti, durante la sera.

La proposta progettuale per la valorizzazione dell’area oggetto della tesi si basa su un’indagine preliminare del sito attraverso l’analisi delle risorse presenti che, grazie agli interventi previsti, si vogliono tutelare e valorizzare in maniera tale da dedurre le linee delle strategie guida. Le ipotesi quindi vogliono offrire una organizzazione del sito rispondente alla connotazione territoriale, cercando di equilibrare esigenze quantitative-qualificative, in risposta a situazioni concrete ed allo stile di vita locale per una corrispondenza tra costruzione e sequenza paesaggistica che metta in risalto i caratteri peculiari della linea di costa definendo spazi funzionali e zone specifiche per la migliore fruibilità dei luoghi consentendo sempre di ammirare la conosciuta bellezza di un questo panorama eccezionale.
La volontà della progettazione è quello di mantenere, attraverso dei segni, i coni ottici verso i due punti panoramici più in vista dall’area, Capo Miseno e Procida.
L’intento è quello di realizzare un’area che restituisca il valore del tempo libero ai cittadini, che rivaluti la zona potenziando le attività di socializzazione in particolare quelle culturali, ricreative e turistiche. Valorizzare il rapporto tra individuo e natura attraverso il recupero ed il potenziamento della fruibilità pubblica della scogliera migliorando i tratti viabili panoramici attraverso la ridefinizione di quelli che sono attualmente i belvedere occupati dai locali.
Una parte del progetto prevede infatti l’eliminazione delle strutture avulse, che alterano il carattere del dirupo, ed il loro spostamento, recuperando così alcune aree non qualificate.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. LA STORIA DEI CAMPI FLEGREI L’area di intervento è localizzata nel comune di Monte di Procida, situato a nord ovest della Campania, uno dei comuni che rientrano nel sistema territoriale dei Campi Flegrei, un’area vulcanica della Campania formata da una serie di vulcani cresciuti all’interno di una caldera. L’attività vulcanica della zona a Nord-Ovest di Napoli inizia intorno a 150.000 anni fa, prima sull’isola di Ischia e successivamente sull’isola di Procida, mentre nei Campi Flegrei le prime manifestazioni sono avvenute probabilmente più tardi e in ambiente sottomarino. L’area deve essersi poi lentamente sollevata. Intorno ai 12.000 anni fa un’altra grossa eruzione, o una serie di eruzioni, sconvolsero la zona, il deposito di questa fase eruttiva è chiamato Tufo Giallo Napoletano. Dopo questa eruzione l’area collasso, formando la caldera dei Campi Flegrei. Intorno a 6.000 anni fa la parte centrale dei Campi Flegrei cominciò a sollevarsi, questo movimento del suolo è testimoniato a Pozzuoli da uno strato di sedimenti marini rialzato sopra il livello del mare di circa 40 metri.

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Cristina Caliendo Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2170 click dal 28/10/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.