Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Partecipazione e cittadinanza attiva. Il punto di vista dei volontari di Servizio Civile Nazionale. Una ricerca empirica.

La presente ricerca ha lo scopo di indagare alcuni aspetti del fenomeno del Servizio Civile Nazionale Volontario, concentrandosi in particolar modo sulla realtà della città di Asti. In particolare si è cercato di esplorare il fenomeno attraverso la voce dei volontari e dei coetanei non impegnati in alcun progetto, costruendo un quadro, tra immagini condivise e discordanti, che potesse rendere conto della rappresentazione che la società in generale, e i giovani in particolare, hanno del SCNV nell’ambito della realtà astigiana. Si è voluto fornire una descrizione di questa popolazione, comprendere le motivazioni che spingono i giovani ad intraprendere l’esperienza, valutare aspettative, benefici e grado di soddisfazione. Si è poi inteso indagare la rappresentazione che i giovani astigiani, siano essi volontari in servizio che non, hanno del fenomeno attraverso la tecnica delle associazioni libere ad una parola stimolo. Inoltre alcune brevi interviste semi-strutturate hanno consentito di approfondire la conoscenza di diversi aspetti del servizio direttamente dalla voce di chi lo ha vissuto. I dati raccolti sono stati sottoposti ad elaborazioni statistiche che prevedono l’applicazione di tecniche di analisi sia quantitativa che qualitativa. Per i dati quantitativi sono state effettuate item analyses e analisi dei componenti principali. Per il corpus testuale è stata effettuata una Classificazione Gerarchica Discendente (CGD) (software Alceste, Reinert 1986) e l’Analyse des Evocations (software EVOC, Verges 2000). Sulle interviste si è compiuta, invece, un’analisi del contenuto finalizzata a rintracciare elementi che approfondissero aspetti che il questionario non consentiva di valutare in maniera soddisfacente.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione La presente ricerca ha lo scopo di indagare alcuni aspetti del fenomeno del Servizio Civile Nazionale Volontario, concentrandosi in particolar modo sulla realtà della città di Asti. Il Servizio Civile Nazionale Volontario è un fenomeno di recente istituzione, ma che può già vantare un ruolo di primo piano all’interno dei processi politici e sociali del nostro paese. Come erede naturale dell’Obiezione di Coscienza, si è sviluppato attraverso progetti finalizzati alla solidarietà, alla cooperazione e all’assistenza, suscitando l’interesse dei giovani italiani, dando loro la possibilità di agire in prima persona, per un anno della loro vita, nel territorio in cui vivono attraverso un impegno civile e sociale. Data la sua giovane età, il Servizio Civile Nazionale Volontario è una realtà in continuo mutamento da un punto di vista sia organizzativo sia strutturale, forse ancora alla ricerca di una chiara identità che gli consenta di raggiungere l’indipendenza dai concetti di Volontariato o Obiezione di Coscienza con i quali, ancora oggi, nell’immaginario collettivo, viene confuso. Il Servizio Civile Nazionale Volontario può essere considerato un’occasione di crescita e di formazione per i giovani che decidono di prendervi parte, un mezzo concreto attraverso cui valutare le proprie capacità ed attitudini, acquisendo nuove esperienze professionali spendibili in un futuro lavorativo. Attraverso l’anno di servizio si apre la possibilità di vivere una concreta esperienza di cittadinanza attiva che può tradursi in una valida opportunità di formazione e orientamento personale e professionale. Questo diventa tanto più importante in un momento cruciale della vita, l’età in cui si compiono scelte che iniziano a determinare la direzione del proprio futuro, un momento, quindi, caratterizzato da incertezza ed entusiasmo, paura di sbagliare e voglia di fare. Parlare di Servizio Civile Nazionale Volontario, alla luce di quanto detto, significa soffermarsi anche su temi e concetti strettamente legati al significato di questa esperienza come partecipazione e cittadinanza, interrogandosi su quanto e come (o se…) i dodici mesi di servizio possano favorire nella coscienza dei giovani l’attenzione e la sensibilità nei confronti di tematiche di interesse collettivo. Il lavoro è costituito da una parte teorica, rappresentata dai primi tre capitoli, ed una empirica. Il primo capitolo descrive il Servizio Civile Nazionale Volontario partendo dall’atto che ha segnato la sua nascita ufficiale: la legge 64 del 6 marzo del 2001. Se ne indagano le

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Fabio Trapani Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1886 click dal 29/10/2008.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.