Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le difficoltà di comprensione dei bambini stranieri e la semplificazione dei testi

La tesi si illustra la difficoltà di comprensione dei bambini stranieri,l'arrivo dell'alunno straniero in classe e il ruolo del facilitatore,la didattica ludica,il bilinguismo degli alunni stranieri,il TPR, l'apprendimento dell'italiano come lingua seconda,la strategie adottate dagli insegnanti di L2,la semplificazione dei testi,l'insegnamento della produzione di una lingua seconda,la comprensione dei testi,la didattica della L2 .

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il fenomeno dell’immigrazione in Italia è una problematica che ha avuto il suo sviluppo sostanziale dalla fine degli anni ’80 fino ad assumere le proporzioni più consistenti del flusso migratorio attuale. La tematica quindi, a distanza di decenni, continua ad essere di estrema attualità e continua a dare alla società italiana un carattere pluriculturale. E’ proprio per questa caratteristica che politiche mirate all’integrazione assumono ruoli e significati sempre più rilevanti, soprattutto se rivolte ai bambini. La scuola italiana nel corso dell’ultimo ventennio si è dovuta misurare con la necessità di inserire nel contesto scolastico bambini provenienti da diverse culture che, negli anni, sono aumentati costantemente. Tutto ciò ha reso possibile un affinamento delle diverse tecniche e metodologie di insegnamento della lingua seconda; acquisire ed apprendere la L2 rappresenta infatti il primo passo verso l’inserimento del bambino in una nuova realtà socio-culturale. Il percorso rimane delicato, la necessità di stabilire un rapporto di empatia resta immutata così come fondamentale resta l’approccio amichevole, il clima positivo da mantenere attorno al bambino. L’ostacolo più grande è coniugare l’esigenza di un inserimento rapido del bambino all’interno del gruppo con la necessità di seguire progetti didattici specifici e individuali. Diverse figure professionali sono oggi deputate all’insegnamento della L2 a differenza del passato quando tale compito era delegato agli stessi insegnati oppure a docenti provvisti di tempo libero e buona volontà.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Pamela Violetti Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4842 click dal 22/10/2008.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.