Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo internazionale delle organizzazioni nonprofit

Approfondimento dei processi di sviluppo a livello internazionale di imprese nonprofit, confrontandoli con gli assetti organizzativi assunti dalle imprese for profit multinazionali. Nello studio delle imprese nonprofit vengono analizzate come casi-studio, le organizzazioni "Emergency" e "G.V.C. Gruppo di volontariato Civile".

Mostra/Nascondi contenuto.
4 a. Introduzione: L’idea di questo lavoro di approfondimento e ricerca, nasce dalla mia curiosità e, contemporaneamente, mancanza di informazione riguardo al mondo del nonprofit. Durante il corso di Organizzazione Aziendale tenuto dal Professor Bodega, abbiamo analizzato alcuni articoli tratti da “Il sole 24 ore”, quotidiano di informazioni finanziarie, tra i quali alcuni sul mondo nonprofit e, in particolare, riguardo al suo grande sviluppo in questi ultimi anni, non solo a livello nazionale ma anche internazionale. Proprio quell’articolo mi ha fatto capire quanto il settore sia parte importante dell’economia mondiale odierna e quanto io non conoscessi nulla a riguardo. Tutte le volte che sentivo parlare di nonprofit pensavo alle piccole associazioni che raccoglievano modesti fondi presso i privati per obiettivi limitati e ben precisi. Mai mi sarei aspettata che alcune di queste piccole associazioni fossero cresciute tanto nel tempo da poter essere paragonate, in quanto a dimensioni e articolazione delle loro strutture, a delle imprese multinazionali, operanti in più paesi contemporaneamente. Quell’articolo è stato illuminante e l’opportunità di scrivere una tesi sull’argomento mi ha dato la possibilità di conoscere una realtà a cui nei corsi di economia 1 raramente viene fatto accenno. Il lavoro svolto per la realizzazione della tesi, si è basato non solo su ricerche condotte utilizzando i testi elencati nella bibliografia, articoli on line dei principali siti di organizzazioni e portali nonprofit presenti sul Web, ma anche grazie ad incontri con responsabili di organizzazioni nonprofit utilizzate come casi-studio, ovvero Emergency e G.V.C. (Gruppo di Volontariato Civile), nonché dal materiale informativo ottenuto e dalle informazioni ricavate dai rispettivi siti internet. La tesi si divide in cinque capitoli. Il primo è un’introduzione al mondo del nonprofit: viene definita l’organizzazione nonprofit, anche con dei parametri di natura giuridica, vengono analizzati i motivi di un così importante e improvviso sviluppo del settore in questi ultimi anni con riferimento al caso italiano del fenomeno. Quest’ultimo è analizzato anche da un punto di vista storico, essendone prese in considerazione nascita e situazione attuale. Il secondo capitolo è focalizzato sui settori interessati dal nonprofit, nonché le sue fonti di finanziamento e una breve analisi di quelle che sembrano le tendenze evolutive di questo fenomeno. Nella redazione di questi capitoli, indispensabili sono stati i dati del primo censimento delle imprese nonprofit italiane, effettuato nel 2001 da parte 1 Ad eccezione, ovviamente, delle discipline economiche, se non addirittura interi Corsi di Laurea, nati in questi ultimi anni, in seguito proprio al massiccio sviluppo del settore, dedicati all’economia nonprofit.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze linguistiche

Autore: Elisa Terzoni Contatta »

Composta da 70 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 604 click dal 28/11/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.