Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ottimizzazione di infrastrutture e servizi di rete dedicati ad un sistema di misura con microscopi automatici

Una dimostrazione definitiva riguardo al problema dei neutrini atmosferici richiede un esperimento di comparsa.
L’esperimento OPERA, nell’ambito del progetto CNGS (CERN Neutrino to Gran Sasso), ricercherà la comparsa di ντ a partire da un fascio di νμ.
La gran quantità di emulsioni utilizzate da OPERA rende necessario l’impiego di sistemi automatici precisi e veloci e di procedure automatizzate per la misura e la ricostruzione dei vertici d’interazione dei neutrini in emulsione. Questa infrastruttura deve essere in grado di gestire con efficacia lo scambio d’informazioni tra i componenti del sistema, fornire l’analisi e l’archiviazione dei dati e garantire la l’integrità di dati e applicazioni.
All’interno di questo programma il mio compito è stato quello di verificare la fattibilità e l'adeguatezza delle soluzioni possibili, installare e testare tutta la struttura di supporto alle misure.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione In questi ultimi anni la fisica del neutrino, ed in particolare le oscillazioni dei neutrini, sono divenuti un argomento fondamentale nella fisica delle particelle. L’esistenza delle oscillazioni richiederebbe un’estensione dei fenomeni subnucleari al di là del Modello Standard delle interazioni elettro-debole e forte. Molti esperimenti hanno studiato i neutrini solari utilizzando tecniche diverse e hanno misurato un flusso di neutrini molto inferiore a quello predetto. Soudan2, MACRO e SuperKamiokande, studiando i neutrini atmosferici dovuti ai decadimenti delle particelle prodotte dalle interazioni con i raggi cosmici con l’atmosfera, hanno trovato forti indicazioni per le oscillazioni dei neutrini muonici. Una dimostrazione definitiva riguardo al problema dei neutrini atmosferici richiede un esperimento di comparsa. L’esperimento OPERA, nell’ambito del progetto CNGS (CERN Neutrino beam to Gran Sasso), ricercherà la comparsa di tn a partire da un fascio puro di mn , dal luogo di produzione del fascio (CERN) a quello di rivelazione (Gran Sasso) ci sono 732 km. Nell’interazione a corrente carica di un tn viene prodotto un t che rapidamente decade. OPERA misurerà direttamente l’angolo (kink) fra la traccia del t e i prodotti di decadimento utilizzando le emulsioni nucleari con una tecnica simile a quella usata dall’esperimento DONUT al Fermilab a Chicago. Le emulsioni hanno una risoluzione spaziale molto elevata (inferiore al µm) e un’accuratezza di 4 mrad in angolo.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Sandro Musarò Contatta »

Composta da 48 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 239 click dal 11/11/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.