Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cittadinanza aziendale, giustizia organizzativa e motivazione al lavoro: una ricerca empirica sulla società "Southern Data Processing"

Il comportamento organizzativo costituisce un fattore trasversale e fondamentale che interessa l’intero capitale umano di un’organizzazione. Quest’ultimo rappresenta un potenziale insostituibile e necessario, a disposizione del management, per ottenere un vantaggio competitivo. Studiare il capitale umano significa osservare gli atteggiamenti e i comportamenti che gli individui manifestano nell’ambito lavorativo. Lo scopo, è quello di tentare di capire le motivazioni, talvolta nascoste e difficilmente esteriorizzabili, che spingono un soggetto a comportarsi in un determinato modo.
Il contributo derivante da questa disciplina consente, a tal proposito, di dare una misura approssimativa e predittiva di ciò che i dipendenti pensano e percepiscono del proprio lavoro e della propria organizzazione.
Tuttavia, non sempre, i manager sono interessati alle sensazioni e alle percezioni dei propri collaboratori, dimenticandosi che l’unico modo per conoscere bene la realtà organizzativa consiste nell’ottenere informazioni direttamente dalle risorse umane. Queste, dovrebbero essere considerate come “clienti interni”, con i quali creare un circuito di fidelizzazione la cui origine sia rinvenibile in uno stato di generale soddisfazione che orienti i dipendenti a dare il meglio di sé. Affinché si possa ponderare questo aspetto percettivo, occorre far uso di strumenti significativi e ampiamente validati, cosicché i manager di successo abbiano la possibilità di prendere in mano il timone e determinare, così, la giusta rotta che i collaboratori devono seguire per raggiungere obiettivi efficienti ed efficaci. A tal proposito, la rilevazione, attraverso questionari, di grandezze quali la soddisfazione lavorativa, la motivazione, i comportamenti di cittadinanza aziendale, la giustizia organizzativa, e altre variabili ancora, è un valido mezzo per apprendere cosa pensano realmente le risorse umane della propria organizzazione.
Attraverso questa relazione si propone, dunque, di condurre una ricerca con la finalità di stimare le variabili appena citate, utilizzando questionari con scale di items validate da studiosi autorevoli di comportamento organizzativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianluca Mendicino Contatta »

Composta da 259 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2103 click dal 26/02/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.