Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La country analysis nei processi di internazionalizzazione: il caso Sorgente Santa Croce Spa

Nell'ambito della pianificazione del processo di internazionalizzazione commerciale, l'individuazione dei paesi verso i quali indirizzare gli sforzi dell'azienda costituisce una fase di assoluta rilevanza. Tale scelta orienta l'intero processo di formulazione della strategia di sviluppo internazionale e si riflette, pertanto, sulla solidità della posizione competitiva conseguibile. Inoltre, la scelta erronea o non ottimale di uno o più mercati può causare all'impresa una serie di oneri in termini di costi sia reali sia di opportunità.
La rilevanza e la complessità del problema rendono necessarie un approccio in grado di razionalizzare il processo valutativo dell'impresa. Nella realtà, le imprese italiane sottovalutano questo aspetto e tendono a basare le loro scelte su valutazioni non razionali, quando le valutazioni sono effettuate, con il rischio di una cattiva gestione delle posizioni conquistate e la perdita dell'ottica di lungo termine.
La country analysis parte dalla considerazione dei paesi come entità autonome e ne analizza le caratteristiche al fine di individuare i mercati più attraenti dove introdurre i prodotti. Il processo dovrebbe svolgersi secondo un'attenta elaborazione strategica, considerando gli obiettivi che ispirano la strategia internazionale, le caratteristiche del mercato, la posizione competitiva che si vuole acquisire, il fabbisogno e la disponibilità di risorse e competenze.

Mostra/Nascondi contenuto.
La Country Analysis nei Processi di Internazionalizzazione: il Caso Sorgente Santa Croce Spa INTRODUZIONE Questo studio si concentra sull'analisi dei paesi verso i quali l'impresa Sorgente Santa Croce S.p.A. potrebbe rivolgere i suoi futuri sforzi di marketing. Trattandosi di un'azienda che già offre il prodotto su diversi mercati internazionali, l'obiettivo primario è partire dai problemi e dalle opportunità riscontrate nel processo di internazionalizzazione per migliorare l'efficienza dell'offerta, focalizzandola su quei paesi che sono in grado di offrire migliori prospettive di crescita. I dati raccolti nelle regioni nelle quali l'impresa ha già esportato il prodotto saranno utilizzati per trovare le variabili economiche, demografiche, socioculturali che meglio si correlano al consumo dello stesso. Tali variabili saranno poi inserite nel processo di screening tipico della country analysis per selezionare i paesi più attrattivi per l'offerta dell'impresa; l'analisi fornirà, inoltre, le informazioni per elaborare la migliore strategia di approccio al mercato internazionale, individuando una gerarchia tra i paesi in ordine di importanza degli stessi, utile per stabilire la priorità di ingresso e gli sforzi di marketing necessari. Il contenuto del case study si articola quindi in quattro capitoli. Il primo capitolo tratta del processo di marketing internazionale, ponendo un accento sul ruolo della country analysis come strumento fondamentale per la selezione dei mercati esteri. Il secondo capitolo illustra il processo di analisi e selezione dei paesi, fornendo una breve panoramica sulla metodologia e sugli strumenti utilizzati nel processo di country analysis. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giorgia Pietrosanti Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 933 click dal 13/11/2008.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.