Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fra turismo e postmodernismo: Parigi nel cinema dagli anni '80 a oggi

La Francia, ed in particolare la sua capitale Parigi, ha da sempre svolto un ruolo fondamentale per la storia della cultura includendo, nell’ultimo decennio del 1800, l’invenzione della settima arte: il cinema.
Infatti, il primo spettacolo a pagamento della storia del grande schermo avvenne proprio a Parigi il 28 dicembre 1985 al Grand Café sul Boulevard des Capucines, un anno dopo la creazione del cinematografo da parte dei fratelli Lumière.
In questo elaborato si cercherà di argomentare come il cinema nel corso degli anni abbia influito sul turismo e sull’immagine della città francese. In particolare si analizzeranno i tre decenni che vanno dagli anni ’80 ai giorni nostri ma con una breve analisi introduttiva sugli anni precedenti insieme ad una panoramica generale della città, fatta nel primo capitolo.
Non si avrà certo la presunzione di analizzare tutti i film realizzati in questi periodi nella capitale, ma si cercherà di inquadrare i più importanti da un punto di vista interno (cioè quello del cinema francese) ed esterno, in particolare quello americano ma non solo quello, approfondendo un’epoca in cui il postmodernismo ha influito sia nel cambiamento di opinione sulla città e sia nella tipologia di film realizzabili in un contesto molto vario come quello della capitale transalpina, che può spaziare dai classici romantici, che tanto successo hanno avuto negli anni ’30 in particolar modo negli USA, ai film di denuncia sulle discriminazioni razziali delle periferie, fino a mostrare negli ultimi anni zone che mai si erano viste nei film precedenti girati a Parigi, come il quartiere avveniristico della Dèfense.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO 1 INTRODUZIONE ALLA VILLE LUMIERE Come artista, un uomo non ha altra patria in Europa che Parigi. Friedrich Nietzsche 1844-1900 1.1 Prefazione La Francia, ed in particolare la sua capitale Parigi, ha da sempre svolto un ruolo fondamentale per la storia della cultura includendo, nell’ultimo decennio del 1800, l’invenzione della settima arte: il cinema. Infatti, il primo spettacolo a pagamento della storia del grande schermo avvenne proprio a Parigi il 28 dicembre 1985 al Grand Café sul Boulevard des Capucines, un anno dopo la creazione del cinematografo da parte dei fratelli Lumière. In questo elaborato si cercherà di argomentare come il cinema nel corso degli anni abbia influito sul turismo e sull’immagine della città francese. In particolare si analizzeranno i tre decenni che vanno dagli anni ’80 ai giorni nostri ma con una breve analisi introduttiva sugli anni precedenti insieme ad una panoramica generale della città, fatta nel primo capitolo. Non si avrà certo la presunzione di analizzare tutti i film realizzati in questi periodi nella capitale, ma si cercherà di inquadrare i più importanti da un punto di vista interno (cioè quello del cinema francese) ed esterno, in particolare quello americano ma non solo quello, approfondendo un’epoca in cui il postmodernismo ha influito sia nel cambiamento di opinione sulla città e sia nella tipologia di film realizzabili in un contesto molto vario come quello della capitale transalpina, che può spaziare dai classici romantici, che tanto successo hanno avuto negli anni ’30 in particolar modo negli USA, ai film di denuncia sulle discriminazioni razziali delle periferie, fino a mostrare negli

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Fabio Belotti Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2220 click dal 18/11/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.