Skip to content

Genetic of Cytokines: a Tool for Understanding Age-Related Diseases. Results of case-control studies performed on Alzheimer’s Disease, Atherosclerosis, Colorectal Carcinoma, Breast Cancer, Gastric Cancer

Informazioni tesi

  Autore: Antonino Crivello
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Dottorato in Biopatologia
Anno: 2008
Docente/Relatore: Domenico Lio
Istituito da: Università degli Studi di Palermo
Dipartimento: Dipartimento di Biopatologia e Metodol Biomediche
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 119

The ageing of our populations is a direct consequence of a constant and rapid increase of life expectancy in our countries. Epidemiological data estimate for the future an epidemic development of most chronicdegenerative age-related diseases as cardiovascular, neurodegenerative and metabolic disorders and cancers. There is a strong interaction between ageing, age-related diseases and inflammation. Ageing is characterized by a chronic, low-grade inflammatory status, which is under genetic control and appears to be the consequence of lifelong antigenic load. This is responsible for the chronic immune system activation and proinflammatory cytokine production, peculiar of senescence, the process of somatic deterioration at older age. Low-grade elevations in levels of circulating pro-inflammatory cytokines and their receptors, such as TNF-a“, IL-6, IL-1, IL-1Ra and soluble TNF receptors, are strong independent risk factors of morbidity and mortality in the elderly. The cytokines represent an optimum target to study for understanding of correlation between inflammation and age-related diseases. These messengers of inflammation are under genetic control and a huge amount of studies has investigated their genetic variability in pathological conditions, including AD, Atherosclerosis and Cancers.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1. GENERAL INTRODUCTION 1.1 Ageing and Inflammation Relationship between ageing and inflammation is nowadays largely accepted, it is confirmed by involvement of cells and molecules inflammatory in pathogenesis of the main age-related diseases including Atherosclerosis, Alzheimer Disease (AD), Parkinson Disease, Osteoporosis. Indeed, ageing is associated with chronic, low-grade inflammatory activity leading to long-term tissue damage (Bruunsgaard H et al., 2001). This inflammatory status has been defined by the term of “Inflamm- aging”, coined by Franceschi et al., (2000). This is more evident in men than in women. Inflamm-aging, i.e. the up-regulation of a variety of anti- stress responses at the cellular and molecular level is the consequence of the ability of the body to adapt to and counteract the effects of a variety of stressors, which causes the accumulation of molecular and cellular scars (Franceschi & Bonafè, 2003). Reciprocally, controlling inflammatory status may allow successful ageing to be better attained, as is evident in centenarians (Pawelec G et al., 2002; Candore G et al., 2003). They are the best example of successful ageing, because they have escaped all the common age-related disease, including cancer (Franceschi C et al., 1995). As ageing proceeds, mortality forces select the most robust people, who are indeed capable of reaching the extreme limits of the human life span. It has been suggested that up to 25% of the variation in human lifespan is heritable (Herskind AM et al., 1996; Mitchell BD et al., 2001); the rest is due to environmental exposures, accidents and injuries, and

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

age-related diseases
aterosclerosi
atherosclerosis
cancer
citochine
cytokines
ifng
il-1
il-10
il-1ra
il-6
infiammazione
inflammation
longevità
longevity
malattie età-correlate
tnf-a

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi