Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'industria discografica: analisi dell'avvento della distribuzione elettronica e dei suoi effetti sulla filiera produttiva

L'industria del disco si sta preparando ad un'imminente e profonda trasformazione; la stessa che interesserà tutti i settori che producono beni immateriali passibili di essere convertiti in formato digitale (testi, materiale audio-video, immagini, grafica, software, etc) Ci si riferisce a quella che Nicholas Negroponte definisce ''Rivoluzione della distribuzione elettronica'', ovverosia alla possibilità di commercializzare tali prodotti tramite Internet, facendoli pervenire, sotto forma di sequenze di bit, direttamente all'interno dei personal computer degli acquirenti. Ciò consentirebbe di 'scavalcare' molti dei processi di intermediazione attualmente presenti all'interno delle filiere produttive di tali beni. Per tale ragione l'analisi del settore discografico si offre perfettamente per la trattazione di un tema molto sentito all'interno delle dottrine aziendali, ossia la ridefinizione dell'ambiente competitivo delle imprese in relazione a cambiamenti nello scenario di minacce ed opportunità cui esse fanno riferimento.

Scopo della tesi è dimostrare che un tale cambiamento si verificherà nel medio lungo periodo, mettere a fuoco le modalità e le linee di condotta secondo cui esso si svolgerà ed infine proporre una serie di comportamenti che alcuni attori attualmente operanti in questo settore potrebbero avviare per la loro sopravvivenza in futuro.
In particolare verranno esaminate le possibilità di sopravvivenza e sviluppo di imprese discografiche e rivenditori al dettaglio: se è vero che la distribuzione fisica non costituirà più un nodo centrale della filiera produttiva, tali attori dovranno mettere in atto precise strategie volte ad ottimizzare e massimizzare l'apporto offerto dalle nuove tecnologie telematiche.

Il primo capitolo propone una definizione del settore del disco, nonché una descrizione di come esso è nato e si è evoluto fino a giungere al suo stato attuale; quindi presenta un ritratto della sua filiera produttiva e degli 'stake holders'.
Il secondo capitolo è incentrato su quello che può a ragione essere considerato l'attore principale della filiera produttiva: l'impresa discografica. In esso viene delineata l'attività di quest'ultima, sia a livello strategico che operativo.
Il terzo capitolo descrive gli sviluppi della tecnologia telematica applicata alla commercializzazione di musica incisa e propone una serie di considerazioni circa la funzionalità e l'efficacia di un sistema distributivo basato sull'utilizzo di reti telematiche.
Il quarto ed ultimo capitolo presenta un ritratto del mutato quadro di minacce ed opportunità derivante dalla piena attuazione delle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie telematiche; infine propone una serie di comportamenti previsti per i diversi attori attualmente operanti nel settore del disco.
La tesi è stata svolta e discussa nel 1999, e dunque non prende in considerazione successivi sviluppi tecnologici, come il noto fenomeno ''Napster'' e le applicazioni peer to peer. Tuttavia il suo impianto ed il suo scopo non ne sono intaccati; tale evoluzione tecnologica rappresenta infatti un'ulteriore conferma del fatto che il cambiamento e la ridefinizione del settore sono quanto mai vicini.


Antonio Catalano 17 aprile 2003

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Quello dell’industria discografica è attualmente uno dei settori maggiormente interessati dagli sviluppi riguardanti la telematica, ovverosia la tecnologia che applica i contributi dell’informatica alle problematiche delle telecomunicazioni. Tale tecnologia si è estremamente evoluta nel corso degli ultimi anni, al punto da far prefigurare scenari assolutamente inediti per ciò che riguarda la distribuzione di prodotti immateriali passibili di essere convertiti in formato digitale, come testi, programmi per computer, musica incisa, immagini fisse ed in movimento. E’ ragionevole ritenere che la musica incisa possa essere uno dei prodotti che meglio si presteranno ad essere distribuiti con l’ausilio delle nuove tecnologie telematiche. Per tale ragione l’analisi del settore discografico si offre perfettamente per la trattazione di un tema molto sentito all’interno delle dottrine aziendali, ossia la ridefinizione dell’ambiente

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Antonio Catalano Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4934 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.