Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Product Placement nel panorama cinematografico italiano

Il product placement cinematografico risponde da un lato alla necessità delle aziende di emergere nella concorrenza che si è venuta a creare a causa del sovraffollamento di messaggi pubblicitari, e d'altro lato all'esigenza delle produzioni cinematografiche di reperire risorse aggiuntive.
In questa tesi è analizzato il fenomeno nelle sue varie declinazioni, anche al di fuori del mezzo cinematografico, e vengono presentati case history significative.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE In cosa consiste questo trattamento? Oh Ł molto semplice, in realt le facciamo vedere qualche film Film? Come andare al cinema? Qualcosa del genere (Malcon McDowell) 1 Nella societ contemporanea, la tecnologia sta rivoluzionando la televisione ed il mondo della pubblicit . Il pubblico Ł bombardato oggi da migliaia di messaggi pubblicitari, che hanno invaso molti degli spazi disponibili nella moderna comunicazione di massa: televisione, quotidiani, periodici, radio, internet, ecc... , ed ha ormai imparato ad evitarli, non piø soltanto col classico zapping, ma grazie all’affermazione dei sistemi di Video-On-Demand e dei Digital Video Recorder, o Personal Video Recorder, che consentono di registrare i programmi eliminando le interruzioni pubblicitarie. Oggi, le imprese hanno a loro disposizione un gran numero di strumenti di comunicazione per rivolgersi al loro pubblico. E questo, che a prima vista potrebbe sembrare un vantaggio, Ł in realt uno dei grandi problemi che si presentano alle aziende: le diversit dei media, la grande variet dei canali di comunicazione, la moltiplicazione dei canali di intrattenimento, le nuove tecnologie di informazione. In questo clima si assiste inevitabilmente ad una perdita di efficacia delle forme classiche di comunicazione d’impresa, specialmente se paragonate a quelle emergenti, che presentano caratteri di interattivit e pervasivit un tempo sconosciuti. Occorre innanzitutto riaffermare la centralit del consumatore, abbandonando per l’assunto della razionalit assoluta dell’individuo, caratterizzante i primi studi sui processi decisionali del consumatore, secondo i quali i suddetti processi erano impostati secondo una prospettiva 1 A Clockwork Orange (Arancia Meccanica, Kubrik, 1971) 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Benedetta Sironi Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2904 click dal 20/11/2008.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.