Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il rapporto di lavoro a tempo parziale in seguito alle modifiche recate dal Decreto Legislativo n. 276 del 2003.

La tesi mira alla verifica di tutte le modifiche recate dalla cosidetta "legge Biagi" in merito alla disciplina del lavoro a tempo parziale, partendo dalla direttiva comunitaria che la regola (98/81/CE) fino alla forma, principio e contenuto del contratto stesso.
Aspetti di essenziale importanza rivestono la disciplina delle clausole elastiche e flessibili ed il regolamento del lavoro supplementare.
Un lavoro che è stato apprezzato notevolemnte dal relatore che lo ha considerato lodevole, tanto da premiarlo con molti punti in seduta di laurea.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’evoluzione della situazione economica e la scarsa crescita dell’occupazione a livello europeo protrattasi per lungo tempo negli scorsi anni, hanno favorito l’accentuarsi del dibattito politico all’interno dell’Unione Europea, sull’opportunità di riduzione delle rigidità del mercato del lavoro, che si è tradotto, nei singoli stati membri, nell’adozione di riforme di diversa portata del mercato del lavoro nazionale. Le esperienze dei paesi europei che hanno riformato con più successo il mercato del lavoro mostrano l’importanza di disporre, anche in Italia, di un nuovo assetto atto a realizzare un giusto bilanciamento tra flessibilità e sicurezza. Questo sistema deve avere come obiettivo ultimo quello di accrescere l’occupazione, al fine di favorire un rapido incontro tra i fabbisogni dei lavoratori, i servizi e le soluzioni contrattuali. Il tasso di disoccupazione in Italia si è progressivamente ridotto negli ultimi anni, grazie all’aumento dei margini di flessibilità, in particolare del lavoro atipico (lavoro a tempo parziale e/o determinato), ed allo spostamento dell’occupazione dall’industria ai servizi 1 . 1 Cfr. Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Libro Bianco, ottobre 2001, pg. VII.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Francesca Fonzi Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1541 click dal 27/11/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.