Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Alcolismo e violenza coniugale: profilo relazionale di coppie violente con un partner alcolista

Numerose ricerche hanno dimostrato una significativa associazione tra problematiche alcol-correlate e la messa in atto di comportamenti violenti in relazioni intime in cui almeno un partner è abusatore o alcol-dipendente. Tuttavia il meccanismo o i meccanismi che ne sono responsabili rimangono soggetto di numerosi dibattiti. Lo scopo di questa ricerca è quello di valutare se esistono delle caratteristiche comunicative e relazionali che permettono di distinguere, a parità di problematiche alcolcorrelate di uno dei due partner, coppie che presentano comportamenti violenti al loro interno da coppie dove ciò non avviene.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Premessa Il seguente lavoro è volto allo studio dell’interazione tra le sostanze di abuso in generale e dell’alcol, in particolare, e la messa in atto di comportamenti violenti all’interno delle relazioni intime. In pubblico e nell’ambito delle campagne di sensibilizzazione si parla principalmente della violenza perpetrata dagli uomini nei confronti delle donne, nonché di quella agita dagli adulti nei confronti dei minori. Nonostante ci siano numerose evidenze che correlano la dipendenza da alcol o l’intossicazione acuta negli uomini a comportamenti violenti verso la partner, il meccanismo o i meccanismi che ne sono responsabili rimangono oggetto di numerosi dibattiti (Leonard & Roberts, 1998). La letteratura internazionale in proposito si divide principalmente in due grandi linee di pensiero: ξ secondo alcuni autori, l’alcol, attraverso i suoi effetti farmacologici, agisce secondo un meccanismo di causa- effetto nell’espletamento della violenza -Teoria della Disinibizione-(Pernanen, 1991); ξ altri autori considerano invece l’abuso o la dipendenza da alcol solo come uno dei tanti fattori che intervengono in questo processo -Modello Integrato-, mettendo in rilievo il ruolo svolto dai fattori cognitivi (processi di elaborazione dell’informazione ed emissione comportamentale della risposta), dalle caratteristiche di personalità (antisociale e masochistica), dalla storia relazionale pregressa (famiglia d’origine) e attuale (conflitti coniugali, ruoli all’interno della

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Fernando Cosimi Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1943 click dal 24/11/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.