Skip to content

Degli aspetti innovativi ed applicativi del Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro dal vecchio al nuovo sistema di gestione della vigilanza e della prevenzione degli infortuni

Informazioni tesi

  Autore: Antonello Merlo
  Tipo: Tesi di Master
Master in Management e funzioni di coordinamento delle professioni sanitarie
Anno: 2007
Docente/Relatore: Michel Martone
Istituito da: Università Telematica TEL.M.A.
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

il project work sviluppato nell'arco di 21 settimane alla conclusione del corso di studi annuale per il conseguimento del Master ha voluto estrinsecare gli aspetti innovativi introdotti dall'entrata in vigore a partire dal 15 maggio 2008, del corpus normativo in materia di igiene e sicurezza del lavoro che ha unificato e sostituito la precedente normativa. In tale lavoro è stata valorizzata l'attività specifica di gestione del processo amministrativo relativo alla estinzione dei reati in materia che viene effettuata dagli organi di vigilanza. Vengono altresì evidenziate alcune criticità e formulate proposte migliorative per una migliore efficacia sull'attività di prevenzione svolta dalle aziende

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il tema della sicurezza sul lavoro è oggi argomento di articoli e servizi di tutti i mass media: le “morti bianche” sono purtroppo sempre di attualità, la loro frequenza, se pur si riduce leggermente, resta comunque inaccettabile. Ma al crescere della sensibilità sociale sull’argomento corrisponde una reale evoluzione della normativa, in relazione alla prevenzione degli infortuni ? In questo lavoro, basato in gran parte sull’attività e quindi sull’esperienza di P.G. acquisita presso organi di vigilanza, si cercherà di tracciare un quadro storico delle disposizioni in materia di sicurezza e ci si soffermerà in particolare sugli organi controllo e sulle più recenti leggi e decreti che se ne occupano. Il carico di lavoro degli uffici giudiziari italiani nel corso dei decenni post- bellici si è andato aggravando per effetto di una produzione legislativa sanziona- toria che si estrinseca attraverso sanzioni civili (nullità), amministrative (pene pecuniarie) e penali (arresto, ammenda, etc.). In particolare, ai fatti sanzionati con il codice “Rocco” 1 , si sono assommate nel tempo ulteriori previsioni di fatti- specie perlopiù sanzionate con contravvenzioni. Saranno pertanto messi a fuoco gli aspetti giuridici ed effettuali di una normativa specifica – e sotto alcuni aspetti innovativa - essa volta anche a con- correre alla deflazione dei carichi giudiziari, tanto auspicata anche in altri settori del mondo giudiziario. Nello specifico, il riconoscimento della rilevanza di taluni interessi e la con- seguente loro tutela, trova una sua espressione nel campo della salvaguardia del “bene salute”. Muovendo dal principio costituzionale che tutela la salute quale diritto in- trinseco della persona (art. 32 Cost.) 2 , l’ordinamento procede attraverso la pre- visione di forme di tutela, che ne attualizzano il concetto e tendono alla realiz- zazione del principio che può anche ritenersi attuato nella stessa costituzione del Servizio Sanitario Nazionale, essa avvenuta con la I riforma sanitaria di cui alla 1 R.D. 19/10/1930, n. 1398, Codice penale (G.U. 26/11/1930, n. 251) elaborato dal Guardasigilli on. Alfredo Rocco e per questo poi usualmente denominato “codice Rocco” e in epoca post- fascista “Rocco-Mussolini” che sostituì il precedente codice “Zanardelli” del 1889 2 Art. 32 Cost.: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona u- mana.” 4 di 53

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi