Skip to content

La comunicazione politica al femminile. Teoria e casi.

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Piperno
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Relazioni pubbliche e pubblicità
  Relatore: Massimiliano Panarari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 103

Tramite questo lavoro cercheremo di indagare proprio uno degli ambiti dove la parità fra i sessi non è ancora pienamente realizzata analizzando la scarsa (per molto tempo la vera assenza) presenza delle donne nelle istituzioni politiche.
Il fulcro del progetto si basa sulla possibilità di individuare un particolare stile comunicazionale delle donne, una volta che queste raggiungono gli scenari tipicamente maschili della politica, e come tale stile possa distinguersi da atteggiamenti e comportamenti tipici degli uomini in politica.
Il campo della comunicazione politica infatti è stato ancora poco “scandagliato” e analizzato secondo la variabile di genere e di conseguenza l’analisi si è basata principalmente sull’osservazione empirica di persone, ovviamente donne, “immortalate” durante discorsi, dibattiti e interazioni personali con i propri cittadini-elettori.
Cercheremo di offrire un quadro di riferimento relativamente al dibattito, scientifico e soprattutto filosofico, nato intorno alla questione delle differenze di genere. Queste, infatti, sono considerate all’origine del sistema di disuguaglianze che si è venuto a creare nel corso dei secoli e che ha dato origine allo status di inferiorità e marginalità delle donne.
Spiegheremo il motivo che ha indotto gli intellettuali, ma soprattutto le intellettuali, ad abbandonare la denominazione di “differenze di sesso” in favore di quelle “di genere”, e si fornirà un sintetico quadro relativamente alle “Gender theories” e allo sviluppo proposto da Rosi Braidotti relativamente ad una soggettività femminile contemporanea.
Verrà successivamente percorso un excursus storico dalla nascita del femminismo, delle rivendicazioni femministe e dei diritti fondamentali delle donne, fino ai giorni nostri, trattando dello loro attuali conquiste, ma anche difficoltà e asperità.
Si mostrerà la situazione delle donne nelle istituzioni politiche, evidenziando le distinzioni fra la condizione delle donne nei Paesi di matrice protestante e in quelli cattolici, per poi analizzare il caso specifico italiano a confronto con il modello più evoluto dei paesi scandinavi.
Dopo questo quadro introduttivo, analizzeremo il “corpo mediale del leader”. Il corpo del leader, infatti, da sempre terreno semiotico e pregno di significati, costituisce nell’attuale società dell’immagine e dei mass media un utilissimo strumento di comunicazione e di attrazione. Con l’avvento delle nuove tecnologie, e soprattutto della televisione, si è però passati da una deificazione del corpo alla sua dissacrazione, tramite la messa in scena di tutti i suoi aspetti e lati più quotidiani, che rendono il leader sempre più “uomo comune” e vicino a noi.
Come si differenzia poi il corpo di un leader “al maschile” da quello “al femminile”? Ci sono modi diversi di rappresentarli e di metterli in scena?
Si tratterà della comunicazione politica, di come sia nata questa disciplina e di come si sia sviluppata negli ultimi decenni, per poi individuare i differenti modi di comunicare delle donne, sia attraverso le parole, che attraverso gesti e comportamenti, quindi attraverso una comunicazione non verbale.
Infine, cercheremo di applicare quanto fino ad allora esposto a casi di donne reali, che si sono date o stanno dando battaglia per guadagnare un posto di rilievo negli scenari politici di rilievo internazionale.
Donne come Evita Perón o Margaret Thatcher nel passato o Ségolène Royal e Angela Merkel nel presente, saranno i nostri campi di indagine per arrivare a definire una i tratti di una “comunicazione politica al femminile”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 3 - Introduzione Nel terzo millennio, di fronte agli incontestabili miglioramenti delle condizioni di vita delle donne, si tende a considerare ormai raggiunta la parità e l’uguaglianza fra i sessi. Nonostante le numerose trasformazioni ed evoluzioni dell’attuale società, ci si può facilmente rendere conto che l’uguaglianza di fatto fra uomini e donne è ben lontana, in diversi campi, dall’essere acquisita. Tramite questo lavoro cercheremo di indagare proprio uno di questi ambiti dove la parità fra i sessi non è ancora pienamente realizzata analizzando la scarsa, e per molto tempo assente, presenza delle donne nelle istituzioni politiche. Il fulcro centrale dell’intero progetto però si basa una questione dai tratti “amletici”: ci si è infatti interrogati sulla possibilità di individuare un particolare stile comunicazionale delle donne, una volta che raggiungono gli ambiti scenari della politica, e di come questo possa distinguersi da atteggiamenti e comportamenti tipici degli uomini in politica. Il campo della neonata comunicazione politica infatti è stato ancora poco “scandagliato” e analizzato secondo la variabile di genere e di conseguenza l’analisi si è basata principalmente sull’osservazione empirica di persone, donne, “immortalate” durante discorsi, dibattiti e interazioni personali con i propri cittadini-elettori. Il testo è diviso in sette capitoli. Nel primo capitolo cercheremo di offrire un quadro di riferimento, relativamente al dibattito, scientifico e soprattutto filosofico, nato intorno

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi