Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Italia e l'Unione Monetaria Latina

L’Unione Monetaria Latina incomincia nel 1865. Risale infatti a quell’anno l’atto formale della sua costituzione ma la formula, che essa fece propria con tale atto, era quella in vigore in Piemonte fin dal 1816 ovvero quella che Napoleone aveva adottato nella Legge del 7 germinale Anno XI, 28 marzo 1803.
La vita dell’Unione Monetaria è in stretto contatto con il mercato dei preziosi, oro ed argento in particolare; questa infatti può reggersi in piedi ed operare finché perdurano su tale mercato le condizioni d’equilibrio che esistevano al momento della sua stipulazione. Rotto questo equilibrio, l’Unione Monetaria deve necessariamente modificarsi o sparire. Proprio per questi motivi nella mia dissertazione non posso non considerare i vari avvenimenti economici, e politici, che si svolsero intorno ad essa, i quali, toccando la produzione, la domanda e, di conseguenza, i prezzi dei metalli monetari nobili, in particolar modo dell’argento, erano necessariamente destinati non solo ad influire sulla qualità della circolazione metallica dei Paesi dell’Unione Latina, ma addirittura a mettere quest’ultima in contrasto con i suoi principi fondamentali.
Il primo periodo che seguì la costituzione dell’Unione Latina fu inizialmente di discreta tranquillità: le clausole convenzionali del 1865 si potevano rispettare senza troppe difficoltà. Pochi anni dopo, però, già apparivano alcuni elementi di rottura dell’equilibrio sul mercato dell’oro e dell’argento che indussero a rivedere i termini dell’accordo fondamentale: ciò portò alla stipulazione della seconda Convenzione Latina, del 1874.
Ad essa ne seguirono altre, l’ultima del 9 dicembre 1921.
Di fatto, l’Unione Latina ebbe fine con la prima guerra mondiale, ma la sua morte “legale” fu sancita il 24 dicembre 1925, mentre la liquidazione si concluse entro il primo gennaio 1927.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Dario Battaglino Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1050 click dal 05/12/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.