Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Consumatore & impresa: ''L'economista può tentare di ignorare la psicologia ma gli è semplicemente impossibile ignorare la natura umana''

marketing, startegie e politiche aziendali, cost management. studio del consumatore, delle sue scelte con l'analisi di tutti i fattori che lo inducono verso determinat decisioni. fattori interni ed esterni di scelta. reazione che hanno le imprese ovvero modifca delle leve del marketing mix x soddisfare il cliente.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 PREFAZIONE Cosa c’è dietro un cartello pubblicitario? Cosa c’è dietro uno slogan? Quali sono i motivi e le ragioni che inducono un’azienda a promuovere e sponsorizzare un prodotto in un certo modo? C’è un motivo per il quale la confezione di quel prodotto è rossa? Mi ha sempre affascinato quest’area dell’economia; capire perché chi propone un prodotto lo fa in un certo modo, intuire i ragionamenti alla base di una strategia e i meccanismi per metterla in atto. Da chi dipendono le scelte delle aziende? In base a cosa si decidono le strategie di produzione e di commercializzazione dei prodotti e/o servizi? La risposta a queste domande è una: noi, fruitori di tali prodotti, i consumatori. Pur conoscendo la risposta a questi quesiti tuttavia non è facile risolvere i dilemmi che stanno dietro a tutte le scelte di un’impresa. Il consumatore è una figura complessa, ricca, sfaccettata, e soprattutto individuale. Il consumatore non si può trattare come gruppo. Ognuno di noi sceglie, valuta, giudica, osserva, ammira, compra, in base a criteri e parametri che gli sono propri. Il consumatore non segue alcun programma razionale, e' influenzato dalla moda, dall'abilità dei venditori, dalla pubblicità, da condizioni sociali particolari, da insicurezze psicologiche, conflitti emozionali, considerazioni di prestigio, fattori questi che sono tutti mutevoli e non misurabili. Non esiste un cliché da seguire, o meglio è stato creato forse, ma nella realtà le scelte non sono poi così lineari. E allora come si può stabilire e scegliere una strategia “giusta”? Il mio studio è proprio incentrato su questo. Ho voluto analizzare il rapporto che esiste tra il sistema impresa e il consumatore, un rapporto imprescindibile e inevitabile se le aziende vogliono essere concorrenti nel mercato. Ho diviso il mio lavoro in tre parti: nella prima parte focalizzo l’attenzione sulla figura del consumatore, nella seconda parte sposto il focus sull’impresa e nell’ultima parte analizzo un’impresa specifica. Più precisamente nella prima parte comincio con l’analizzare il comportamento del consumatore come disciplina, gli studi effettuati su tale materia, i suoi rapporti col marketing e con altre scienze sia economiche che sociologiche ma

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Azzurra Puricelli Contatta »

Composta da 216 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 792 click dal 12/12/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.