Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi di sensibilità sulle prestazioni di sistemi per la conservazione di vaccini in aree remote

Il lavoro svolto prevede lo studio dei sistemi per la conservazione dei vaccini in zone non asservite da rete elettrica nazionale. In particolare si è analizzato un refrigeratore fotovoltaico realizzando un modello matematico per l'analisi delle prestazioni da utilizzare come strumento pre la progettazione. In seguito questo modello è stato implementato su di un software commerciale Wolfram Mathematica 6.0. In futuro è prevista la realizzazione di un prototipo per valutare l'accuratezza del modello teorico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I – Introduzione 1 CAPITOLO I Introduzione 1.1 L’immunizzazione nei Paesi in via di sviluppo I Capi di Stato e di governo di tutti gli Stati membri dell’ONU si sono riuniti nel 2000 a New York per il “Vertice del Millennio”, la più ampia riunione di leader della storia, per porre la propria firma in calce alla “Dichiarazione del Millennio” (United Nations Millennium Declaration). In quell’occasione i leader mondiali affermarono la loro responsabilità non soltanto nei confronti dei rispettivi popoli, ma verso l’intera specie umana, definendo una serie di ambiziosi propositi da conseguire entro il 2015 (articoli 19 e 20 della Dichiarazione). Uno degli obiettivi è ridurre di 2/3 il tasso di mortalità infantile rispetto al 1990. Le campagne di immunizzazione sono l’elemento fondamentale per conseguire tale risultato. Circa trentamila bambini muoiono ogni giorno nel mondo per malattie banali, gran parte delle quali si potrebbero prevenire con le vaccinazioni. Il risultato delle campagne condotte dall’UNICEF negli scorsi decenni è stato quello di far passare dal 5% del 1974 al 74% del 1998 la percentuale di bambini vaccinati nel mondo contro le sei principali malattie killer (polio, morbillo, pertosse, tetano, difterite, tubercolosi). I programmi di vaccinazione riescono a salvare tre milioni di bambini l’anno in tutto il mondo, anche se ogni anno nascono trenta milioni di bambini che non riceveranno neppure quelle sei vaccinazioni. Oggi sta crescendo il divario tra i vaccini prontamente disponibili per i bambini che vivono nei Paesi più poveri, in assoluto i meno protetti, e quelli disponibili per i bambini dei Paesi industrializzati. Per questo l’UNICEF ha promosso una Grande

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessandro Cianforlini Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 502 click dal 16/12/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.