Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Google e l’approccio etico alle tecniche di posizionamento sui motori di ricerca

Il web ranking o posizionamento “spontaneo” di un sito consiste in una serie di attività atte ad inserire le pagine web tra i primi risultati dei motori di ricerca (quali Google e Yahoo) in corrispondenza di determinate parole chiave, che gli utenti potrebbero utilizzare per cercare i prodotti/servizi che l’azienda cliente offre.

Il posizionamento “spontaneo” non include i link a pagamento o sponsorizzati: le statistiche dimostrano che solo 1/5 degli utenti si rivolge ai risultati a pagamento, mentre la maggior parte clicca sui risultati di ricerca “spontanei”. Si può facilmente immaginare come per parole chiave altamente competitive un buon posizionamento possa significare grande afflusso di utenti e potenzialmente grande aumento di affari.

Ad influenzare il posizionamento sono autorevolezza e notorietà di un sito web, nonché interventi di ottimizzazione, volti a costruire o ristrutturare pagine html in maniera che il motore di ricerca possa leggerne con facilità il contenuto, valutarlo, e attribuire cosi alla pagina un valore che verrà poi utilizzato dallo stesso motore per il posizionamento del sito stesso.

L’ottimizzazione richiede interventi mirati, più o meno profondi e costosi in base alla difficoltà di piazzamento delle parole chiave individuate. Interventi che nella maggioranza dei casi consistono nello sfruttare piccole falle del sistema algoritmico dei motori per ottenere risultati sorprendenti in tempi molto brevi.

Ad ogni aggiornamento però i motori diventano sempre più raffinati nelle loro tecniche di indicizzazione e sempre più simili ad un utente umano nella loro valutazione di autorevolezza dei siti. Questo comporta una continua redistribuzione dei risultati con esclusioni a volte definitive di interi siti non appena l’algoritmo si accorge di essere stato ingannato.

Si parla di approccio etico all’ottimizzazione per i motori di ricerca, o più semplicemente di “posizionamento etico” quando si utilizzano tecniche di ottimizzazione web ranking e web marketing chiare e trasparenti, che non si scontrano ma assecondano i propositi di indicizzazione dei motori di ricerca e ottengono quindi risultati duraturi senza che si debbano temere eventuali futuri miglioramenti dell’algoritmo.

Il sito di commercio elettronico Fasbuy.tv da me progettato, programmato e ottimizzato è un chiaro esempio di progetto sviluppato nell’ottica del “posizionamento etico”: dopo una serie di interventi atti a migliorarne codice, autorevolezza e notorietà, i risultati da me ottenuti in termini di posizionamento per le parole chiave scelte sono stati ottimi, ma soprattutto sono rimasti costanti a distanza di mesi; anche dopo i soliti aggiornamenti strutturali degli algoritmi dei motori di ricerca.

Mostra/Nascondi contenuto.
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FERRARA FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Tecnologo della Comunicazione Audiovisiva e Multimediale TESI DI LAUREA Google e l’approccio etico alle tecniche di posizionamento sui motori di ricerca Candidato Relatore Andrea Saletti Prof. Marco Pedroni Anno Accademico 2007-08      

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze e Tecnologie Informatiche

Autore: Andrea Saletti Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1119 click dal 16/12/2008.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.