Skip to content

Lean Manufacturing nel settore aerospaziale - L'esperienza Boeing-Alenia Aeronavali

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Antolini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Ingegneria Aerospaziale
  Corso: Ingegneria aerospaziale e astronautica
  Relatore: Giovanni Bernardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 272

Nota 26/03/12: negli ultimi anni ho continuato ad occuparmi di lean. Molti temi di questa tesi si sono evoluti e altri ne ho approfonditi.
Se siete interessati a questi argomenti non esistate a contattarmi tramite i messaggi privati
___________________________________________________________

In questa tesi sono trattati diversi aspetti della Lean Manufacturing, una filosofia nata dall’emulazione del modello di produzione Toyota.
Risulta difficile darne una definizione concisa, ma il concetto basilare è la volontà di soddisfare il cliente, operando in funzione delle sue necessità, ed eliminando di conseguenza tutto ciò che risulta superfluo.
Le riflessioni portate sono il frutto di una ricerca poliedrica, su vari testi, riconosciuti ormai come classici della Lean, ma anche a diversi altri relativi ad argomenti ad essa collegati.
Inoltre, a questa ricerca, si affianca la conoscenza diretta dei metodi, maturata durante uno stage svolto presso Alenia Aeronavali, dedicato al supporto delle attività di Lean Manufacturing dell’azienda. Queste sono state coadiuvate, in varie occasioni dall’esperienza Boeing, una delle aziende che maggiormente hanno assorbito questa filosofia.
L’aver toccato con mano le opportunità, i rischi e i problemi, nati dall’applicazione dei metodi Lean in vari ambiti aziendali, è servito da riferimento per giudicare la bontà delle teorie riportate nei testi, e poterle organizzare ed integrare.

Questi i principali argomenti trattati:
- nascita e la diffusione della Lean,
- i principi e le tecniche (sia quelli originali, che quelli di più recente concezione)
- la vera chiave del successo Toyota
- gli aspetti sociologici, culturali, gestionali ed economici, che possono favorire od ostacolare l’applicazione della Lean.
- la sua diffusione geografica (in Italia e nel mondo) e nei vari ambienti produttivi
- la trasformazione verso l’impresa snella, le sue necessità, i tempi, e le sue conseguenze.
- l’impresa snella nelle sue relazioni con clienti e fornitori e le sue strategie di lungo periodo
- lLe conseguenze interne (l’organizzazione ed il rapporto con i dipendenti)
- il suo confronto con gli altri metodi di miglioramento
- i limiti di applicabilità

Si sono messi in discussione molti pregiudizi e si è cercato di mostrare come, con i dovuti adattamenti, tutte le organizzazioni possano beneficiare della filosofia, o per lo meno dei metodi, della Lean.

Nei capitoli 8-11, è descritta l’esperienza Boeing - Alenia Aeronavali.
In particolare gli esempi delle tecniche descritte in precedenza, i risultati operativi e le difficoltà incontrate.
Viene presentato già un elemento di novità per i canoni classici della Lean, costituito dalla gestione di un magazzino.

Nel capitolo 12, progetti snelli, sono rielaborati i concetti base della Lean, per farli aderire ad una attività concettuale, alla quale non sempre si adattano le sue tecniche.
Vengono descritti quindi tutti gli aspetti di un progetto in dettaglio, come debbano essere modificati, e quali possano essere i vantaggi in termini di efficienza ed efficacia.

L’ultimo capitolo, presenta la frontiera del settore spaziale.
Quali siano le sue peculiarità, i tentativi di renderlo più efficiente, e dove possa essere applicata con successo la Lean Manufacturing, sono solo alcuni degli argomenti trattati; portando anche alcuni semplici esempi pratici di possibili miglioramenti.

Le tecniche Toyota sono nati dalle esigenze di soluzione dei problemi quotidiani, e questa caratteristica, senza l’aiuto degli esempi pratici, può provocare una lettura errata.
Troppo spesso si è tentati di ridurre la Lean ad una semplice raccolta di strumenti utili. Bisogna guardare più attentamente e capire quando questi debbano essere applicati e soprattutto comprendere che la chiave sono i due pilastri: miglioramento continuo e rispetto per le persone.
Senza un piano aziendale di trasformazione, si finisce per ottenere soltanto risultati isolati e non le eccezionali performance di chi, Toyota in primis, ha fatto della Lean la sua cultura.

In concreto, questa tesi, è servita a raccogliere molte esperienze, ma anche a fornire proposte concrete di applicazione in ambiti, come la progettazione ed il settore spaziale, in cui i tentativi in questo senso sono ancora troppo timidi.

Quindi buona lettura e soprattutto buon lavoro.
___________________________________________________________
Nota 26/03/12: negli ultimi anni ho continuato ad occuparmi di lean. Molti temi di questa tesi si sono evoluti e altri ne ho approfonditi.
Se siete interessati a questi argomenti non esistate a contattarmi tramite i messaggi privati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE 9 INTRODUZIONE In questa tesi saranno trattati diversi aspetti della Lean Manufacturing, una filosofia nata dall’emulazione del modello di produzione Toyota. Risulta difficile darne una definizione concisa, ma il concetto basilare è la volontà di soddisfare il cliente, operando in funzione delle sue necessità, ed eliminando di conseguenza tutto ciò che risulta superfluo. Le riflessioni portate sono il frutto di una ricerca poliedrica, su vari testi, riconosciuti ormai come classici della Lean, ma anche a diversi altri relativi ad argomenti ad essa collegati. Inoltre, a questa ricerca, si affianca la conoscenza diretta dei metodi, maturata durante uno stage svolto presso Alenia Aeronavali, dedicato al supporto delle attività di Lean Manufacturing dell’azienda. Queste sono state coadiuvate, in varie occasioni dall’esperienza Boeing, una delle aziende che maggiormente hanno assorbito questa filosofia. L’aver toccato con mano le opportunità, i rischi e i problemi, nati dall’applicazione dei metodi Lean in vari ambiti aziendali, è servito da riferimento per giudicare la bontà delle teorie riportate nei testi, e poterle organizzare ed integrare. Si è deciso di iniziare, descrivendo brevemente la nascita e la diffusione della Lean, per poi passare ad indagarne i principi e le tecniche, sia quelli originali, che quelli di più recente concezione. La comprensione dell’evoluzione del metodo produttivo, mostra come le tecniche non costituiscano la vera chiave del successo Toyota, e si rivela di fondamentale importanza per descrivere gli aspetti sociologici, culturali, gestionali ed economici, che possono favorire od ostacolare l’applicazione della Lean. La sua diffusione infatti, soprattutto in Italia, non è mai stata dirompente, e non si è ancora spinta, salvo alcuni casi, al di là dell’ambiente produttivo, storica origine dei metodi Lean. L’organizzazione dei capitoli è stata decisa in modo da fornire un graduale allargamento della visuale sull’argomento della Lean; nello stesso ordine in cui se ne può fare conoscenza nello studio o nell’esperienza pratica. Dopo le semplici tecniche di miglioramento, è stata descritta la trasformazione verso l’impresa snella, le sue necessità, i tempi, e le sue conseguenze. Si è quindi analizzato questo nuovo organismo, l’impresa snella, nelle sue relazioni con clienti e fornitori e in merito alle sue strategie di lungo periodo sul mercato. Le conseguenze interne all’azienda sono state descritte approfonditamente nel capitolo 5, valutando come debba essere rivista l’organizzazione ed il rapporto con i dipendenti. Due argomenti servono quindi da conclusione alla trattazione della Lean Manufacturing: il suo confronto con gli altri metodi di miglioramento, e i suoi limiti di applicabilità. In merito al secondo, nel capitolo 7, si sono messi in discussione molti pregiudizi e si è cercato di mostrare come, con i dovuti adattamenti, tutte le organizzazioni possano beneficiare della filosofia, o per lo meno dei metodi, della Lean. Nei capitoli 8, 9, 10 e 11, è descritta l’esperienza Boeing, e come questa si sia concretizzata, in Alenia Aeronavali, con una serie di interventi di miglioramento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi