Skip to content

Le operazioni militari nelle colonie italiane durante la seconda guerra mondiale

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Rigoni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Cesira  Filesi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 175

La tesi ripercorre le operazioni militari nelle colonie italiane d'Africa nel periodo 1939-1943. In maniera assolutamente oggettiva si è voluto risaltare il perchè l'Italia perda in pochi mesi l'Africa Orientale e i motivi che portararo all'intervento di Hitler nell'area del Mediterraneo con il Deutsches Afrika Korps .
Ho ricostruito ,visionando i diari dei protagonisti e i documentui ufficiali del Ministero della Difesa , l'intera vicenda cronologica e gli eventi che la condizionarono fino alle ultima strenua difesaoperata dalla prima armata italiana del Generale Giovanni Messe (12 Maggio 1943-Tunisia)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 11 - L’Africa Orientale Italiana (A.O.I.) rappresenta ancora una pagina sconosciuta ai più, non solo per le sue vicende storiche ma anche per quanto riguarda la sua difesa durante la seconda guerra mondiale. Erroneamente si è sempre parlato di Eritrea, Somalia Italiana ed Etiopia come di terre dove bisognava a tutti i costi esportare la civiltà italica erede di quella elaborata secoli prima dall’Impero Romano. L’Italia, in pochi anni, anziché impiegare capitali per costruire cannoni e carri armati, li utilizzerà per dar corso alla costruzione di ferrovie, strade, edifici, uffici che si proponevano di adattare i nuovi e i vecchi possedimenti alle esigenze dell’Impero. Un Impero conquistato da truppe di leva (quindi con forte partecipazione dell’opinione pubblica) che al termine delle ostilità avrebbero ricevuto in premio delle terre da coltivare, molto più redditizie, rispetto a quelle della nostra penisola. Al di là di qualsiasi retorica di regime che si esprimeva nel motto “è l’aratro che traccia il solco, la spada lo difende”, cercherò di mettere in evidenza molti aspetti che rendevano vulnerabile il “novello legionario” sul Corno d’Africa. Una debolezza bellica già palese ed evidente nel momento in cui le truppe dislocate in Cirenaica e Tripolitania non riuscivano ad occupare Kharthum, spezzando l’asse inglese fra il Cairo e Città del Capo. In questo tragico contesto assume sempre più rilievo la situazione prebellica di questi territori che si preparavano ad affrontare una contesa con connotazioni e caratteristiche totalmente nuove rispetto ad un passato neppure tanto lontano. Si dovette rielaborare un progetto diverso in funzione di una controparte che non era una nazione europea qualsiasi ma una potenza commerciale, marittima e militare sin dal XVII˚ secolo. Il Regio Esercito limitato nelle sue capacità di movimento doveva subire la situazione generale dell’Italia dove diventava sempre più difficile trovare i materiali, le armi, le

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

africa orientale italiana
africa settentrionale
afrika korps
messe
prima arma italiana
rommel

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi