Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La continuità assistenziale: ruolo dell'infermiere nell'assistenza al paziente psichiatrico

la tesi affronta il tema della continuità assistenziale e del ruolo che svolge l'infermiere nell'asisteza al paziente psichiatrico. A tal proposito, si dà una definizione di paziente psichiatrico e si descrive il percorso storico-legislativo dell'assistenza psichiatrica allo scopo di riuscire a valutare se esiste una continuità nel porre tale assistenza in quanto, essendo il paziente psichiatrico un soggetto maggiormente bisognoso di cure è fondamental che l'assistenza nei suoi confronti venga erogata nel migliore dei modi.

Mostra/Nascondi contenuto.
La continuità assistenziale: ruolo dell’infermiere nell’assistenza al paziente psichiatrico 1 INTRODUZIONE Durante l’evoluzione del suo percorso, l’assistenza psichiatrica ha subìto notevoli influenze da parte della cultura e della filosofia predominanti in un dato periodo storico. Tale percorso è stato molto lungo e difficoltoso, oltre che essere stato un percorso a sé stante rispetto allo sviluppo dell’assistenza in generale. Tale distacco si è avuto proprio per le caratteristiche con cui si presenta il disturbo psichiatrico. Esso è avvertito come immateriale e quindi impalpabile poiché interessa la sfera psicologica e comportamentale e quindi si differenzia nettamente dai disturbi (malattie) che colpiscono il corpo, che sono invece quantificabili e verificabili oggettivamente. Detto ciò, ci si chiede, chi è il paziente psichiatrico? Anche nel dare una definizione di chi sia il paziente psichiatrico, si incontrano non poche difficoltà, ma in generale esso è stato definito come colui che presenta un’incapacità di autocura la quale è portata dalla distorsione della realtà dovuta a una distorta interpretazione degli stimoli provenienti dall’esterno. Data la definizione è possibile comprendere dunque come il paziente psichiatrico sia una persona debole e indifesa che necessita di una maggiore attenzione e di un maggiore supporto rispetto alle altre, proprio perché a causa della distorsione della realtà derivatagli dal disturbo

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Serena Bocci Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 28023 click dal 15/01/2009.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.