Skip to content

La copertina di un libro. Uno sguardo sulla grafica editoriale italiana ed europea attraverso le copertina Einaudi Editore e Penguin Books

Informazioni tesi

  Autore: Davide Di Cataldo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Architettura
  Corso: Progetto Grafico e Virtuale
  Relatore: Franco Mello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

Nelle pagine di questo progetto c’è la volontà di ripercorre le tappe della grafica editoriale e soffermarsi su alcune realtà editoriali italiane, che hanno fatto della grafica e della corporate image caratteristiche peculiari.
In particolar modo, l’attenzione del mio progetto è posta sull’evoluzione grafica di un’ importantissima realtà editoriale torinese: la casa editrice Einaudi.
Nello sviluppo del progetto, ho ritenuto importante iniziare mostrando una panoramica generale delle principali tendenze grafiche nell’ editoria italiana, soffermandomi sui concetti di corporate image e marchio editoriale.
Successivamente, ho voluto descrivere ed analizzare un elemento importantissimo e vitale per la grafica editoriale: la copertina.
Il focus del progetto è l’analisi dell’evoluzione grafica della casa editrice Einaudi, soffermandomi sulla sua storia, sull’evoluzione del suo marchio e sui suoi principali protagonisti in ambito grafico. L’analisi vaglia principalmente i mutamenti grafici avvenuti all’interno delle collane più importanti nel corso degli anni.
In seguito il mio percorso si è incentrato sull’osservazione di altre importanti realtà editoriali europee presenti nel panorama italiano che, come Einaudi, negli ultimi anni, hanno subito notevoli cambiamenti nella loro veste grafica.
La mia attenzione si è incentrata su una famosa casa editrice inglese: Penguin Books. L’ analisi dell’evoluzione grafica di questa casa editrice d’oltre confine, rappresenta un ulteriore termine di paragone, utile al raggiungimento di una visione più globale del complesso mondo del design editoriale.
Il confronto tra diverse realtà dell’industria libraria italiana ed europea rafforza l’importanza, che negli ultimi anni ha raggiunto la progettazione grafica editoriale assumendo un ruolo di primo ordine e portando le case editrici all’avvio di vere e proprie progettazioni grafiche complessive o di specifiche collane che hanno contribuito alla loro espansione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Le proposte grafiche suggerite da molti editori nei decenni passati hanno accompagnato le vicende intellettuali e molto spesso hanno inciso sull’avventura culturale italiana. Alcune case editrici hanno attraversato eventi più o meno giustificati, più o meno meritati, che si sono a volte potuti superare grazie alla solida tradizione di considerare il libro come oggetto. Oggetti da guardare, da riconoscere e da far propri, non solo da leggere, ma anche da mostrare. Nell’ osservare il ricco panorama della grafica editoriale in Italia e non solo, si può rilevare quanto si sia mantenuta intatta la suggestione, che certe collane o meglio certe case editrici, sono riuscite a suscitare al proprio pubblico. Stili differenti, espressione di generazioni e gusti diversi, sono presenti nel panorama grafico editoriale a testimonianza di una produzione copiosa e variegata. Quando si finisce di leggere un libro, sembra che quello che si è letto sia successo a noi, che ormai ci appartenga. La stessa appartenenza si può proiettare sulla veste grafica di un libro, sull’immagine di una casa editrice o sulla forma fisica di un libro. Appare evidente che, attraverso il lungo e contrastato cammino della grafica editoriale, si è affermato un forte rapporto tra grafico e editore (rapporto inizialmente conflittuale), che ha portato la veste grafica del libro al centro dell’attenzione, con risultati nuovi e inattesi. Questo aspetto è decisamente rafforzato dal momento in cui il grafico, attraverso la sua opera, ha occupato la maggior parte degli spazi tradizionalmente riservati all’ editore: coperta, sopracoperta, antiporta e frontespizio del libro. Istintivamente da queste premesse, verrebbe da dire che è il grafico che fa il libro. Forse si esagera, anzi sicuramente, ma di sicuro ciò che è vero, è che la memoria di ogni libro che abbiamo letto o che desideravamo leggere, l’immagine prima di ogni testo amato, restano legati al loro disegno, alla loro visuale a ciò che modernamente chiamiamo visual design. Nelle pagine di questo progetto c’è la volontà di analizzare quanto sopra citato, ripercorre la grafica editoriale e soffermarsi su alcune realtà editoriali italiane, che hanno fatto della grafica e della corporate image caratteristiche peculiari. In particolar modo, l’attenzione del mio progetto è posta sull’evoluzione grafica di un’ importantissima realtà editoriale torinese: la casa editrice Einaudi. Nello sviluppo del progetto, ho ritenuto importante iniziare mostrando una panoramica generale delle principali tendenze grafiche nell’ editoria italiana, soffermandomi sui concetti di corporate image e marchio editoriale. Successivamente, ho voluto descrivere ed analizzare un elemento importantissimo e vitale per la grafica editoriale: la copertina. Come già detto in precedenza, il focus del mio progetto è l’analisi dell’evoluzione grafica della casa editrice Einaudi, soffermandomi sulla sua storia, sull’evoluzione del suo marchio e sui suoi principali protagonisti in ambito grafico. L’analisi vaglia principalmente i mutamenti grafici avvenuti all’interno delle collane più importanti nel corso degli anni. In seguito il mio percorso si è incentrato sull’osservazione di altre importanti realtà editoriali europee presenti nel panorama italiano che, come Einaudi, negli 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione
copertine
editoria
einaudi
grafica
grafica editoriale
immagine coordinata
libro
marchio
marchio editroiale
penguin books

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi