Skip to content

L'esperienza del turista: il caso Otranto

Informazioni tesi

  Autore: Carla Marta Rizzo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze Turistiche
  Corso: Scienze Turistiche
  Relatore: Roberto Lavarini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

Viaggiando per il Salento si nota come ci si trovi di fronte a un complesso quasi ineguagliabile di fattori favorevoli allo sviluppo turistico ed economico. Ma tutto non è poi così idilliaco.
Scempi edilizi, mancanza di strutture alberghiere appena decenti, grande tradizione gastronomica avvilita in bettole, rete stradale incompleta, mal tenuta e mal segnalata, aeroporti arretrati, mancanza di porti turistici… l’immagine di una civiltà immobile, restia ad ogni cambiamento, orgogliosa delle proprie abitudini e forse anche della propria povertà.
Purtroppo le nuove iniziative sono scarse e comunque difficili; il poco che si sviluppa proviene da chi, avventurosamente, si butta a fare delle cose tanto per farle.
Inoltre bisogna aggiungere che il flusso turistico si concentra in luglio e agosto, quando si registra ovunque il tutto esaurito. Eppure il Salento, per il suo clima mite, potrebbe offrire le condizioni migliori anche in altri mesi.
Pertanto l’obiettivo di questo lavoro è di mettere in luce l’utilità di un “sistema turistico” per la qualità, in cui la sinergia degli operatori svolga un ruolo attivo, sia in ambito di pianificazione ed indirizzo, che di controllo.
L’accoglienza del turista non deve essere vista solo in termini di arrivi e presenze, ma come miglioramento di strade ed autostrade, di rinnovo di aeroporti, dell’arredo urbano, della sicurezza, delle occasioni di svago ”non turistiche”: insomma in un complesso di proposte integrate che rendano la qualità della vita quotidiana.
Il problema è offrire prodotti e servizi di qualità, in un’ottica di esperienza.
Il Salento si propone a centinaia di migliaia di turisti. Ma siamo in grado di accoglierli con serietà, dignità e competenza? Non si possono incantare i turisti solo con le nostre bellezze naturali, il clima, il mare, il grande patrimonio culturale e gastronomico.
La prima parte della tesi è dedicata all’approfondimento teorico degli argomenti appena accennati, per poi accompagnare ed introdurre il caso sperimentale.
Nel primo capitolo vengono introdotti i concetti di sistema, analizzando le componenti turistiche che concorrono alla creazione dello stesso. Lo studio effettuato, infatti, persegue una logica di sistema e non di insieme delle singole componenti.
Procedendo, poi, da un’analisi della qualità nei servizi turistici focalizzo l’attenzione sulla ”esperienza del turista”, sulla sua soddisfazione e sulla sua valutazione per arrivare all’obiettivo del passaparola positivo.
Di seguito viene approfondita l’area di studio del Salento: Otranto, oggetto di analisi nel capitolo tre.
Il cuore della mia indagine è la ricostruzione dell’esperienza (capitolo quattro) di un turista giunto ad Otranto a due livelli: di esperienza globale del turista e presso due strutture alberghiere.
Ho applicato la tecnica del mistery shopper (cliente misterioso), una metodologia di ricerca che si basa su simulazioni, su sopralluoghi che testino i servizi, con visite senza preavviso, tramite esperti del settore. Mimetizzandosi con i clienti si osservano e si valutano i modi di vivere l’esperienza, si comprendono le esigenze ed i bisogni dei visitatori e si prova a capire come la realtà è concepita nella sua globalità. L’interesse dell’esperienza non è finalizzato solo alla fruibilità e alla qualità del servizio, ma anche ad attuare una ricognizione dello “spazio intorno”, per rilevare la trama di relazioni, dirette o indirette, nel luogo in cui avviene l’indagine.
Il punto di partenza sono le azioni che compie il turista: da qui ha origine la scheda di rilevazione. Successivamente viene messo a punto il programma di elaborazione dati, che converte le rilevazioni dell’esperienza in componenti del servizio e in relazione alla dimensione della qualità dello stesso.
I risultati mettono in luce punti di forza e criticità nel “sistema Otranto” e nelle strutture ricettive prese in analisi.
L’indagine vuole rispondere ad interrogativi, in cui si auspica che le componenti concorrenti all’esperienza del turista, in ottica di sistema, possano garantire un servizio di qualità, visto come investimento per il futuro del turismo e per l’economia del territorio stesso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
____________________________________________________capitolo primo 4 CAPITOLO PRIMO IL SISTEMA TURISTICO 1.1 Le componenti Esistono molti approcci alternativi utili per lo studio del turismo. Si parta dal presupposto che il turismo è costituito da un insieme di attività, di servizi che interessano non solo il viaggio dal luogo di origine alla località di destinazione, ma anche il soggiorno, ossia il periodo di permanenza nella località stessa. Spesso, però, non si comprende che il turismo è un fenomeno sistemico, profondamente interconnesso con il sistema territoriale di riferimento e legato sinergicamente con gli altri comparti economici. Di conseguenza, lo sviluppo turistico richiede l’adozione di strategie complesse e integrate che riconoscano la sistemicità dell’insieme, sul quale intervengono e la riproducano a livello di scelte politiche. Qualsiasi analisi descrittiva che abbia ad oggetto le politiche del turismo dovrà conseguentemente adottare un modello di rappresentazione sistemico, che non si limiti alla valutazione delle singole politiche pubbliche, ma ne esamini le interrelazioni in un quadro organico d’intervento. Turismo è sistema. Se è la domanda che decide cosa è turistico e che cosa no, mettendo insieme vari prodotti e servizi, risulta strategico per chi gestisce una destinazione turistica, ragionare in ottica di sistema. L’albergatore non deve pensare che l’albergatore di fronte sia soltanto un

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi