Skip to content

I 'Paralipomeni' di Leopardi nella più recente critica

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Tedeschi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Studi Italiani
  Relatore: Amedeo Quondam
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

Il mio lavoro ha riguardato la critica degli ultimi venti anni ai 'Paralipomeni della Batracomiomachia', opera postuma dell'ultimo Leopardi. Dalla ricerca sono emersi tre filoni di studio che puntano a rivalutare quest'opera dimenticata: un campo si occupa dello stile in cui sono redatti, del sorpasso della nozione stessa di 'genere letterario' e della mistione operata tra poema eroicomico, satira, favoletta zoomorfa e toni ironico-grotteschi; un secondo campo di studi riguarda il pensiero politico marcatamente 'progressivo' di Leopardi, e quindi il suo anti-conservatorismo ma anche la distanza degli pseudeo-liberali europei che, proclamando in vuote parole la rivoluzione, non sono in grado di attuarla. Infine emerge un nuovo, estremo autoritratto di Leopardi nell'ultimo personaggio che entra in scena, il topo Assaggiatore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Premessa Scrivere di Leopardi al giorno d’oggi può sembrare impresa superflua. A poco più di 170 anni dalla sua morte, pagine e pagine sono state riempite da studiosi, critici, filosofi che hanno cercato di capire il poeta, di sviscerare il suo pensiero e di comprenderne appieno l’evoluzione, producendo una mole tale di scritti da far tornare alla mente gli studi sui grandi autori del Trecento come Dante e Petrarca. Le trattazioni hanno cercato di esaminare da ogni prospettiva il significato ultimo di ogni parola scritta da Leopardi, provando a esaurire tutte le argomentazioni possibili. Se si pone però l’attenzione alla ricezione dell’opera leopardiana a oggi, ci si accorge facilmente che gli scritti che hanno dato maggiore fama allo scrittore recanatese continuano a essere, trascorsi quasi due secoli dalla sua morte, i Canti e le Operette morali: da un lato la grandezza di una lirica capace di far parlare di sé oltre i confini nazionali, forse per l’ultima volta per quanto riguarda la tradizione italiana; dall’altro, prose filosofiche composte su toni favolistici in grado di rappresentare con lucida ironia temi complessi agli occhi di un pubblico non necessariamente addetto ai lavori. Fatta eccezione per lo Zibaldone, pubblicato per la prima volta tra il 1898 e il 1900, «insostituibile officina di idee e autobiografia intellettuale» 1 , conosciuto fra gli studenti delle scuole come il “diario” di Leopardi, e fondamentale per il ruolo assunto negli studi critici a illuminare le dinamiche del pensiero leopardiano, accade che le altre opere, quelle cosiddette “minori”, passino, come avviene anche per gli altri autori, in secondo piano. Come, d’altronde, è normale. 1 G. TELLINI, Leopardi, Roma, Salerno Editrice, 2001, p. 113.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

assaggiatore
batracomiomachia
binni
carbone
cellerino
colletta
drago
eroicomico
galimberti
leccafondi
leopardi
paralipomeni
rodipane
satira
savarese

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi