Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema di contabilità analitica. Il caso Bombardier

Il presente elaborato analizza il sistema di contabilità analitico-gestionale, come parte integrante del sistema informativo aziendale. Nel capitolo introduttivo è stato analizzato il concetto di "costo", come determinante decisiva dell'economicità. Successivamente, è stata ripercorsa l'evoluzione che il "Cost accounting" ha subito negli ultimi decenni. In particolare, sono stati presi in considerazione i limiti che la tradizionale contabilità per centri di costo ha mostrato nei nuovi contesti competitivi, mettendo in luce i rimedi offerti dalla metodologia Activity Based Costing, soprattutto se combinata alla visione strategica dei costi offerta dall'Activity Based Management. E' stato dato spazio anche alla descrizione dei principali strumenti con i quali è possibile utilizzare le informazioni sui costi, come l'analisi differenziale. Il capitolo conclusivo è stato dedicato all'analisi approfondita del sistema di contabilità analitica utilizzato nello stabilimento Bombardier di Vado Ligure, come parte alimentante del reporting aziendale.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 1 - Introduzione L'oggetto di analisi della presente tesi è rappresentato dal sistema di contabilità analitica, considerato sotto il profilo teorico-dottrinale e nella sua applicazione all'interno di un caso aziendale reale. La tematica presentata è sempre stata di grande rilevanza all'interno della gestione aziendale, ma oggi, in un mercato fortemente competitivo e globalizzato, l'analisi e il controllo dei costi è divenuta una condizione necessaria, anche se non sufficiente, per assicurare la competitività e la sopravvivenza dell'impresa. Questa situazione di fermento è testimoniata dal fatto che negli ultimi anni si è assistito ad un proliferare di metodologie, accomunate dall'obiettivo di mettere in discussione la tradizionale contabilità dei costi, alle quali è da attribuire il merito di aver offerto spunti di riflessione sulla tematica dell'analisi dei costi, ma allo stesso tempo è da obiettare di aver proposto approcci talvolta solo parziali e comunque non risolutivi dei problemi che devono affrontare i manager di oggi. Dal punto di vista metodologico, per la trattazione teorica esposta nel presente elaborato, sono stati utilizzati alcuni dei migliori contributi della dottrina aziendale europea e anglosassone, al fine di definire le caratteristiche generali della contabilità analitica e descrivere, seppur sinteticamente, le due principali metodologie di calcolo dei costi. Successivamente, si sono forniti alcuni cenni su due strumenti (l'Activity- Based Management e il Target Costing), recentemente proposti, che possono rappresentare due "vie" innovative, a disposizione delle imprese, soprattutto di quelle occidentali. Per quanto riguarda le indicazioni di prospettiva e le considerazioni critiche sulle tematiche presentate, si è fatto riferimento ad alcuni articoli, pubblicati nell'ultimo

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Mirco Gazzera Contatta »

Composta da 87 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4227 click dal 03/12/2009.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.