Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La stampa di destra e gli anni di piombo. Il rogo di Primavalle e la strage di Piazza della Loggia attraverso le pagine de ‘Il Secolo d’Italia’

L'argomento di questa Tesi di Laurea è il confronto -visto attraverso le pagine de Il “Secolo d’Italia” e, successivamente, della rivista “Area”- tra il Rogo di Primavalle e la strage di Piazza della Loggia a Brescia. Scopo di questo confronto è delineare l'opinione e la condotta della stampa "di Destra" davanti a questi eventi storici, che, insieme a molti altri similari, hanno caratterizzato un periodo della storia moderna del nostro Paese.
Tuttavia, questa esposizione necessita innanzitutto di un breve, eppur doveroso, chiarimento storico.
L'Italia di quegli anni, infatti, era ben diversa dall'Italia odierna, e non si potrebbe prescindere da questa diversità per addentrarsi tra i tragici fatti di quell'epoca così piena di fermento, di rabbia, di illusioni. Si comprenderà certamente l'esigenza di una ricostruzione di carattere storico, specialmente per permettere una maggiore comprensione di quegli anni violenti a chi non li ha vissuti. Con l'augurio e la sincera speranza che il ricordo di tanta violenza e disordine aiuti in futuro a prevenirne l'eventuale e malaugurato ritorno.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione L'argomento di questa Tesi di Laurea è il confronto -visto attraverso le pagine de Il “Secolo d’Italia” e, successivamente, della rivista “Area”- tra il Rogo di Primavalle e la strage di Piazza della Loggia a Brescia. Scopo di questo confronto è delineare l'opinione e la condotta della stampa "di Destra" davanti a questi eventi storici, che, insieme a molti altri similari, hanno caratterizzato un periodo della storia moderna del nostro Paese. Tuttavia, questa esposizione necessita innanzitutto di un breve, eppur doveroso, chiarimento storico. L'Italia di quegli anni, infatti, era ben diversa dall'Italia odierna, e non si potrebbe prescindere da questa diversità per addentrarsi tra i tragici fatti di quell'epoca così piena di fermento, di rabbia, di illusioni. Si comprenderà certamente l'esigenza di una ricostruzione di carattere storico, specialmente per permettere una maggiore comprensione di quegli anni violenti a chi non li ha vissuti. Con l'augurio e la sincera speranza che il ricordo di tanta violenza e disordine aiuti in futuro a prevenirne l'eventuale e malaugurato ritorno.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Marco Soggetto Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1473 click dal 27/01/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.