Skip to content

Propoli di ape: potenziale farmaco anti-erpetico

Informazioni tesi

  Autore: Carmelina Flavia Massaro
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Farmacia
  Corso: Scienza della Nutrizione Umana
  Relatore: Gabriella Lombardelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

Lo scopo della presente tesi è discusso attraverso i seguenti punti (Research Questions) :
- presentare un’ introduzione alla propoli di ape, agli impieghi terapeutici ed alle correnti limitazioni di studio correlate al complesso profilo chimico del prodotto naturale, sottolineando l’importanza di alcuni attuali argomenti di ricerca quali la definizione binomiale e la standardizzazione (Cap.1);
- riepilogare i meccanismi di azione diretta ed indiretta della propoli di ape come agente antivirale relativamente alla patologia erpetica causata dagli α-herpes virus (HSV-1 e 2) ed al coinvolgimento del sistema immunitario (Cap.2);
- trarre una conclusione sulla valenza della propoli di ape come prodotto fitofarmaceutico antierpetico, in uno studio comparativo con il medicinale di elezione Acyclovir. La biodisponibilità, le controindicazioni e la tossicità, la valenza terapeutica in parallelo e le possibili formulazioni del prodotto fitofarmaceutico sono inoltre discusse (Cap.3).
Sebbene la propoli di ape non costituisca un rimedio innovativo e miracoloso per tutte le patologie, essa è una attraente alternativa medicamentosa potenzialmente attuabile in associazione con Acyclovir (ACV) nella prevenzione e terapia dell’ herpes labialis, genitalis e provocante la cheratite (HSK), affinchè i derivanti benefici tesi alla promozione della salute possano essere goduti dai pazienti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Tesi Compilativa Propoli di Ape: Potenziale Farmaco Anti-erpetico Massaro Carmelina a.a. 2007/2008 2 CAPITOLO 1. La propoli di ape, prodotto naturale impiegato in terapia. DEFINIZIONE DEL PRODOTTO NATURALE. La propoli d ape Ł un prodotto naturale (Fig. 1.1). Essa si presenta come una sostanza resinosa e collosa, la cui colorazione ha tonalit dal verde al giallo-bruno ed, in alcuni tipi di propoli, al rosso. Ha un odore piacevolmente aromatico ed un sapore amarognolo. La medicina popolare la definisce balsamo delle api o bee balsam, per l odore aromatico di vaniglia o cannella tipico dei composti fenolici in essa presenti, od anche colla delle api o bee glue, per la consistenza collosa e fortemente viscosa. FIG. 1.1 LA PROPOLI DI APE GREZZA. Apis mellifera spp. esibente la resina vegetale raccolta sulle proprie zampe posteriori (a sinistra); un campione di propoli grezza ed il relativo estratto in solvente (a destra). Immagini (http://www.alp.admin.ch/) La propoli Ł un prodotto naturale considerato quale derivato vegetale poichØ la sua composizione chimica Ł simile alla resina botanica originaria pur presentando altre sostanze, anche inerti, di produzione animale (EMEA, 2008). La peculiarit di tale composto Ł, infatti, quella di essere una miscela di origine sia vegetale che animale: le api arricchiscono le resine vegetali di partenza tramite l apporto sia di secrezioni salivari, prodotte dalle proprie ghiandole ipofaringeali, sia di secrezioni cerose (beewax), prodotte dalla porzione esocrina corporea (Bankova V., 2005). RUOLO ECOLOGICO ED ORIGINE BOTANICA DELLA PROPOLI DI APE Le api provvedono alla produzione della propoli, o bee propolis, a partire da materiale vegetale quale gli essudati resinosi, ricoprenti escoriazioni su tronchi e cortecce, e le secrezioni resinose che rivestono foglie e gemme di particolari specie vegetali (Capasso et al, 2002). Le resine vegetali sono selettivamente raccolte a partire da particolari specie botaniche che le api visitano perchØ attratte, probabilmente, dalle sostanze volatili quali alcuni oli essenziali contenenti monoterpeni come l α-pinene (Melliou et al., 2007). La letteratura propone una classificazione per i diversi tipi di propoli a seconda della specie di ape e della specie di flora visitata per l approvvigionamento. Gli imenotteri appartenenti al genere Apis mellifera (Crane E., 1999), comunemente conosciuti come api da miele, riutilizzano la resina vegetale in quanto materiale isolante raccogliendolo e lavorandolo meccanicamente, nonchØ arricchendolo con secrezioni salivari durante tale processo. L apposizione della propoli d ape all interno dell arnia o favo naturale limita

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acyclovir
anti-erpetico
antivirale
cape
farmaco
farmacologia
fenoli
flavonoidi
herpes
hsv
immunitario
infiammazione
ipersensibilità
linfociti
macrofagi
propoli
resina
standardizzazione
terpeni
zovirax

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi