Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela penale dell'ambiente

L'obiettivo del presente lavoro è fornire una panoramica della tutela dell'ambiente, partendo dalle origini storiche (periodo babilonese, ittita..), fino ai giorni nostri non solo in ambito nazionale ma anche internazionale. Ci si sofferma in modo particolare sull'ambito penale del problema, tenuto conto delle recentissime modifiche introdotte dal T.U. in materia di ambiente. Lo studio di una materia cosi importante come il diritto ambientale trova poi un'applicazione pratica affrontando il problema creatosi a Bari dall'"ecomostro" FIBRONIT.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE La diffusa presa di coscienza della limitatezza e dell'estrema fragilità delle risorse naturali, un tempo ritenute illimitate, ha messo in chiara evidenza l'esigenza di una maggiore e più incisiva tutela dell'ambiente. L'interesse verso la c.d. «questione ambientale» ha subito, anche grazie alle iniziative di numerosi movimenti ambientalisti, un forte impulso che ha creato movimenti d'opinione pubblica che necessitano di una risposta il più possibile concreta ed immediata a livello non solo nazionale, ma anche e principalmente internazionale. Prima di affrontare una materia così complessa come la tutela penale dell’ambiente ci si soffermerà su alcune questioni di carattere generale. Innanzitutto, nel presente lavoro, si cercherà di tracciare un excursus sulla definizione stessa del bene «ambiente», nozione che ha subito connotazioni diverse nel tempo 1 . La tematica del diritto ambientale ha generato, infatti, nel corso degli anni, accese dispute interpretative soprattutto alla luce degli effetti conseguenti alla peculiarità delle scelte legislative operate in materia. Pur dovendosi registrare l’assenza nel nostro ordinamento di una definizione normativa di ambiente, è possibile ricorrere a rilevanti fonti tra le quali la nozione fornita dal Consiglio CEE che, nel 1979, considera l’ambiente come «l’insieme degli elementi che 1 Come si vedrà più in dettaglio (cfr. cap. 1.1), infatti, fin dall’antichità, era riconosciuto il valore inviolabile dell’ambiente-natura, considerato come una divinità, verso il quale era necessario portare il massimo rispetto, perché «sacro»; per esempio, già presso gli Ittiti, nel 2100 a.C., colui che poneva in essere condotte dannose per l’ambiente, ovvero contro gli elementi naturali (l’acqua di un pozzo, l’aria..) subiva delle pene corporali in proporzione al danno causato.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luca Troisi Contatta »

Composta da 253 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3195 click dal 11/02/2009.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.