Skip to content

Financial Derivatives under MiFID Framework

Informazioni tesi

  Autore: Filippo Fiorini Miotti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Economia
  Corso: Banca e Finanza
  Relatore: Maurizio Polato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 56

Recent events and initiatives by the media have drawn the public’s attention to one of the most complex and innovative branches of the financial market, that of derivative contracts.
Market deregulation, growth in global trade, and continuing technological developments have revolutionized the financial marketplace during the past two decades. A by-product of this revolution is increased market volatility, which has led to a corresponding increase in demand for risk management products. This demand is reflected in the growth of financial derivatives from the standardized futures and options products of the 1970s to the wide spectrum of over-the-counter (OTC) products offered and sold in the 1990s.

Financial derivatives are broadly defined as instruments that primarily derive their value from the performance of underlying interest or foreign exchange rates, equity, or commodity prices.These financial instruments come in many shapes and forms, including futures, forwards, swaps, options, structured debt obligations and deposits, and various combinations thereof. Some are traded on organized exchanges, whereas others are privately negotiated transactions. Derivatives have become an integral part of the financial markets because they can serve several economic functions. Derivatives can be used to reduce business risks, expand product offerings to customers, trade for profit, manage capital and funding costs, and alter the risk-reward profile of a particular item or an entire balance sheet.
Although derivatives are legitimate and valuable tools for banks, like all financial instruments they contain risks that must be managed. Managing these risks should not be considered unique or singular. Rather, doing so should be integrated into the bank's overall risk management structure. Risks associated with derivatives are not new or exotic. They are basically the same as those faced in traditional activities (e.g., price, interest rate, liquidity, credit risk). Fundamentally, the risk of derivatives (as of all financial instruments) is a function of the timing and variability of cash flows.

There have been several widely publicized reports on large derivative losses experienced by banks and corporations. Contributing to these losses were inadequate board and senior management oversight, excessive risk-taking, insufficient understanding of the products, and poor internal controls. These events serve as a reminder of the importance of understanding the various risk factors associated with business activities and establishing appropriate risk management systems to identify, measure, monitor, and control exposure.

Otherwise, not only banks and corporations have experienced large losses by using financial derivatives. Retail customers, all size companies and local authorities have been suffering heavy losses for years due to their uncontrolled use too.

The purpose of this work is to provide a general update on the regulations in force (in particular MiFID) and scope of their activity, to define the spheres of operation and the tasks of the supervisory authorities (like for ex. Financial Services Authority-FSA and the Bank of Italy).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Abstract Il presente lavoro analizza l’attuale normativa MiFID (Market in Financial Instruments Directive) in vigore nell’Unione Europea e i suoi effetti, in particolare sui prodotti finanziari derivati di cui vengono approfondite caratteristiche e rischiosità intrinseche di tali contratti. Introducendo quale sia l’effettiva situazione attuale dei mercati finanziari dei prodotti derivati e descrivendone i principali utilizzi da parte dei loro sottoscrittori, lo scopo di questo documento è anche quello di rendere noto al lettore quale sia la rischiosità e la complessità di questi prodotti finanziari che negli ultimi anni hanno visto ampliarsi il loro volume di scambi in maniera esponenziale. Per questo si mette in luce quale sia la funzione della nuova normativa in ambito europeo (MiFID Level 1 e direttiva Level 2) e, in particolare si analizzano i concetti cardine della normativa comunitaria come quello della Best Execution (trasparenza da parte delle Società di intemediazione finanziaria verso i sottoscrittori di prodotti finanziari) e quello della classificazione della clientela per tipologia (Retail-Professionale-Istituzionale). Nella seconda parte di questo lavoro, si espongono concetti chiave, funzioni, rischi annessi agli strumenti derivati distinguendone la tipologia (Over the Counter ed Exchange Traded). Inoltre, si vuole approfondire il ruolo centrale delle banche e delle società finanziare in questo particolare business; e nel contempo evidenziare al lettore quali siano stati i fattori (comportamenti scorretti, scarsità di trasparenza, mancanza di professionalità, e poca conoscenza di tali prodotti) che hanno portato le autorità governative centrali a mettere in atto normative e regolamenti per tutelare gli investitori ( in particolare la categoria Retail).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adeguatezza
appropriatezza
arbitrage
banca
best execution
compliance
concentration rule
consob
derivati
derivatives
derivatives risk
exchange traded
finance
finanza
forward
future
hedging
illiquid
mifid
option
over the counter
single passport
speculation
swap

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi