Skip to content

La mitigazione del rischio idrogeologico mediante tecniche di laminazione con condotte circolari

Informazioni tesi

  Autore: Damiano Schiavilla
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria civile e ambientale
  Relatore: Luigi D'Alpaos
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 107

In Italia, ma anche in altri Paesi occidentali, si è assistito negli ultimi decenni a incre-menti rilevanti e disordinati dell’urbanizzazione, senza che di pari passo si sviluppassero sistemi di controllo e prevenzione atti a fronteggiare il rischio di allagamenti ed esondazio-ne dovuti ad eventi meteorici rilevanti con notevole pregiudizio per le attività antropiche. Di conseguenza, spesso si riscontrano situazioni di insufficienza idraulica per l’aumento dei deflussi di piena, che rendono inadeguate le dimensioni delle reti di drenaggio esistenti.
In questo lavoro partendo (Capitolo 1) da considerazioni di carattere generale inerenti al concetto di rischio idrogeologico e la sua contestualizzazione si proverà ad inquadrarne al-cuni aspetti qualitativi sul lato tecnico e normativo. Successivamente (Capitolo 2) si per-verrà ad argomentare dei differenti approcci tecnici atti quantomeno a ricondurre il rischio idrogeologico di un’area a livelli accettabili. In tal senso non esiste una soluzione univoca ma è da valutarsi volta per volta l’intervento più idoneo in relazione alle caratteristiche ge-ologiche del territorio, al livello di urbanizzazione, alle condizioni climatiche della zona. Si proverà (Capitolo 3) a dimostrare, mediante analisi idrologiche ed idrauliche, come le tec-niche di laminazione riducono la portata al colmo in rete, senza sovraccaricarla. Inoltre a fronte di un cospicuo investimento iniziale, rappresentano una buona soluzione nel caso di aree molto urbanizzate. Infine nell’ultima parte del lavoro (Capitolo 4) si proverà ad appli-care la tecnica accennata ad un problema concreto: il dimensionamento di un sistema com-posto da una condotta circolare e delle opere d’arte particolari a servizio di un’area privata (casa di riposo per anziani) atto a garantire un limite di scarico delle acque meteoriche de-fluite secondo i vincoli imposti dal Consorzio di Bonifica competente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE In Italia, ma anche in altri Paesi occidentali, si è assistito negli ultimi decenni a incre- menti rilevanti e disordinati dell’urbanizzazione, senza che di pari passo si sviluppassero sistemi di controllo e prevenzione atti a fronteggiare il rischio di allagamenti ed esondazio- ne dovuti ad eventi meteorici rilevanti con notevole pregiudizio per le attività antropiche. Di conseguenza, spesso si riscontrano situazioni di insufficienza idraulica per l’aumento dei deflussi di piena, che rendono inadeguate le dimensioni delle reti di drenaggio esistenti. Secondo uno studio effettuato da Legambiente e dalla Protezione Civile a livello nazio- nale i comuni a rischio idrogeologico nel Veneto sono ben 161. Un territorio sempre più debole: bastano semplici temporali a provocare nel migliore dei casi allagamenti e disagi per la popolazione. Tale fragilità risulta poi aggravata da scelte urbanistiche irrispettose del naturale assetto idrogeologico spesso ereditate da una poco saggia gestione territoriale pas- sata. “Il male comune che riguarda città come Padova, Verona, Treviso è una cementifica- zione che trasforma l’andamento naturale del fiume, fatto di curve e meandri, in un canale a canna di fucile, dritto come una lancia in cui l’acqua scorre con la forza di un idrante. Ma oltre a questo c’è l’urbanizzazione in aree limitrofe ai corsi fluviali in cui l’avanzare del cemento che rende impermeabile il terreno non è bilanciato da aree in cui l’acqua possa continuare a fluire e ad essere assorbita. L’acqua piovana finisce così nel sistema fognario che non è più in grado di reggere all’invasione rischiando di esplodere” sottolinea Davide Sabbadin di Legambiente. L’analisi di tali problemi necessita spesso l’adozione di interventi mirati alla riduzione degli allagamenti superficiali e la contestuale individuazione di soluzioni economicamente accettabili e tecnicamente affidabili. In tale frangente risulta complessa la valutazione dell’efficacia di interventi estesi nel territorio atti a contenere il livello di rischio idraulico a

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

afflussi
allagamenti
deflussi
impermeabilizzazione
invaso
laminazione
mitigazione
piogge intense
rischio idraulico
urbanizzazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi