Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione del Food & Beverage nelle imprese alberghiere: il caso Hotel President****

Gli obiettivi perseguiti dall'elaborato sono molteplici e tendono tutti ad un unico traguardo: fornire chiari elementi per inquadrare la gestione del reparto Food & Beverage all'interno dell'industria dell'ospitalità, a tal fine, dopo una breve analisi del Sistema Turistico e del Prodotto Alberghiero, sono stati approfonditi tutti i parametri fondamentali della gestione di un sistema ristorativo, fra cui la programmazione, l’analisi dei costi e dei ricavi, il budgeting e la valutazione dei risultati, meccanismi di intervento per far fronte agli eventuali incidenti di percorso.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE 1 INTRODUZIONE L’interesse per i temi discussi nel presente lavoro è stato sostenuto da un’esperienza personale, maturata in un contesto geografico, lavorativo e familiare in cui il turismo manifesta appieno la sua pervasività. A ciò si aggiunge la chiara consapevolezza della portata e del ruolo attribuito al fenomeno turistico, considerati il numero di soggetti coinvolti e le molteplicità degli ambiti interessati. Queste ragioni hanno portato ad un’analisi approfondita dell’assetto imprenditoriale e manageriale in cui il turismo prende forma. L’argomento cardine di questa trattazione non è dunque l’industria del turismo in generale, né l’impresa alberghiera (seppur brevemente ne sono stati analizzati alcuni aspetti), al contrario, l’interesse si è concentrato su una componente manageriale specifica del sistema ricettivo: il Food & Beverage management. La gestione di strutture che forniscono ospitalità al pubblico occupa una posizione centrale nell'industria turistica. La nuova Legge Quadro I definisce Imprese Turistiche quelle che “esercitano attività economiche organizzate per la produzione, la commercializzazione e la gestione di prodotti, di servizi, tra cui gli stabilimenti balneari, d’infrastrutture e d’esercizi, compresi quelli di somministrazione, facenti parte dei sistemi turistici locali, concorrenti alla formazione dell’offerta turistica”. Tra le imprese ricettive quelle alberghiere costituiscono il principale tipo e, da un punto di vista produttivo, si distinguono dalle altre per la continua apertura al pubblico e per l’utilizzo di uno stabilimento di produzione del servizio costituito da uno o più edifici al cui interno vi sono camere arredate per il pernottamento, servizi igienici e alcune parti d’uso comune. L’accomodation industry dimostra scarse capacità di adattamento ai bisogni della domanda. In particolare la struttura del settore alberghiero in Italia evidenzia un elevato grado di polverizzazione e si caratterizza per la presenza rilevante d’imprese di piccole dimensioni, monolocalizzate ed agenti in un ambito territoriale estremamente limitato. I Legge 29 marzo 2001, n. 135 di “Riforma della Legislazione Nazionale del Turismo”

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Mirarco Contatta »

Composta da 246 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6912 click dal 11/02/2009.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.