Skip to content

Sviluppo ed ottimizzazione dello sterzo di un veicolo da competizione

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Mistrali
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria meccanica
  Relatore: Alessandro Tasora
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 127

Il presente lavoro di tesi è stato sviluppato all’interno del progetto ‘Formula Student’ dell’Università di Parma e tratta del layout ottimizzato del sistema sterzante di una vettura da corsa.
Lo studio che si presenta vuole analizzare nel dettaglio il comportamento sterzante di una vettura da competizione attraverso un’attenta ricerca di quelli che sono gli aspetti caratteristici dinamici e soprattutto cinematici della vettura in curva, nonché del sistema sterzante nelle vetture da competizione e stradali, piuttosto che la valutazione degli ingombri e delle interazioni con i sistemi adiacenti. Attraverso tali studi si è arrivato a definire ed ottimizzare il layout finale del sistema sterzante. E’ stato così sviluppato un programma di calcolo con l’ausilio del software MATLAB che, trattando opportunamente le variabili e i parametri costruttivi in gioco, fornisce i risultati utili allo scopo dello studio.
A tal proposito si sono concentrati i maggiori sforzi per riuscire ad ottenere la migliore guidabilità possibile in relazione ai vincoli imposti dagli ingombri interni (telaio, posizionamento arti inferiori del pilota) ed esterni (sistema sospensivo, portamozzo, cerchio, sistema frenante).
Si è partiti dalla valutazione dei sistemi meccanici di trasferimento del moto (è stato scelto un sistema pignone-cremagliera) e dalla considerazione che la guidabilità di una vettura è determinata soprattutto dal suo comportamento in curva: sovrasterzante, sottosterzante o neutro. Quest’ultima, non conoscendo inizialmente i valori dinamici della vettura nel dettaglio, è la condizione da noi ricercata e ottenuta attraverso un accurato studio delle cinematiche che governano la sterzata e successivamente di un corretto dimensionamento e posizionamento degli elementi coinvolti.
Per raggiungere tale obiettivo si è creata una procedura di calcolo con il software MATLAB che permette di ottenere valori ottimizzati di 4 diverse variabili indipendenti opportunamente selezionate:

-coordinata di posizionamento longitudinale della scatola guida sulla vettura;
-lunghezza della linea immaginaria che collega l’asse di sterzo con il punto di attacco del tirante al gruppo ruota;
-angolo tra la stessa linea immaginaria e la sezione del portamozzo sul piano longitudinale della vettura;
-escursione della cremagliera misurata dalla configurazione a ruote dritte fino a quella di massima sterzata.

Il programma interfaccia le 4 variabili indipendenti e i vincoli di progetto. Questi ultimi tengono conto di tutti i principi cinematici alla base della sterzata che, in relazione ai parametri caratteristici della vettura inseriti dall’utente, permettono un corretto e ottimale comportamento in curva. Avviata la procedura di calcolo, eseguita attraverso l’utilizzo di algoritmi d’ottimizzazione di carattere ‘genetico’, si è raggiunta la ricercata configurazione ottimale dell’impianto sterzo.

Si sono raggiunti i seguenti risultati:
-Assenza di impuntamento e collisioni nelle varie configurazioni possibili del cinematismo sterzante;
-Angoli di sterzo compatibili con gli ingombri del sistema sospensivo e del gruppo ruota;
-Raggi di curva consoni alla manovrabilità di cui vettura e pilota necessitano durante l’utilizzo in pista.

L’ottimizzazione è eseguita in funzione dell’ottenimento del minimo valore d’errore tra la condizione di sterzata reale e quella ideale. I risultati sono molto soddisfacenti: l’errore nella parte finale della sterzata è pari ad un grado e per i gradi di rotazione-volante che il pilota ha individuati come i più frequentemente utilizzati, è pari solamente a 0°31’.

Constatato il raggiungimento degli obiettivi prefissati, si sono raccolti i dati in output del programma; essi indicano i valori ottimizzati delle variabili indipendenti e permettono la corretta progettazione dell’impianto al fine di ottenere la configurazione ottimale (Figura 6) rispetto alle condizioni scelte per un’interpretazione ottimale delle manifestazioni F.Sae.
Il presente studio è stato utilizzato per la progettazione e la realizzazione dell’impianto sterzante sulla vettura PR02 con la quale il Team PR43100 ha preso parte nel Settembre 2008 all’appuntamento italiano della competizione F.Sae sulla pista di Fiorano e sarà utilizzato per lo sviluppo dell’impianto sterzante della vettura PR03 che gareggerà nel 2009.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Capitolo 1 Introduzione Il presente lavoro di tesi è stato sviluppato all’interno del progetto ‘Formula Student’ dell’Università di Parma e tratta del layout ottimizzato del sistema sterzante di una vettura da corsa. Lo studio che si presenta vuole analizzare nel dettaglio il comportamento sterzante di una vettura da competizione e attraverso un’attenta ricerca di quelli che sono gli aspetti caratteristici dinamici e soprattutto cinematici della vettura in curva, nonché del sistema sterzante nelle vetture da competizione e stradali, piuttosto che la valutazione degli ingombri e delle interazioni con i sistemi adiacenti, si vuole arrivare a definire e ottimizzare il layout finale del sistema sterzante. E’ stato così sviluppato un programma di calcolo con l’ausilio del software MATLAB che trattando opportunamente le variabili e i parametri costruttivi in gioco, fornisce i risultati utili allo scopo dello studio. Tale studio è stato utilizzato per la progettazione e la realizzazione dell’impianto sterzante sulla vettura PR02 che ha preso parte nel Settembre del 2008 all’appuntamento Italiano della competizione F.Sae sulla pista di Fiorano e sarà utilizzato per lo sviluppo dell’impianto sterzante della vettura PR03 che gareggerà nell’anno 2009.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ackermann
ata
auto
automotive
autotelaio
cinematica
cinematismo
competizione
corsa
dinamica
matlab
monoposto
optimization
ottimizzazione
racing
sae
scatola
steering
sterzata
sterzatura
sterzo
sviluppo
veicolo
vettura

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi