Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi statistica sulle operazioni di concentrazione di dimensione comunitaria: industria, servizi, finanza

Il presente lavoro ha come oggetto l’analisi delle operazioni notifi¬cate alla Commissione durante i primi sette anni di operatività piena del Regolamento (1991-97). Si tratta di quasi 600 casi (acquisizioni-¬fusioni e creazioni di joint venture concentrative). che superano gli 800 tenendo conto di quelli coinvolgenti più di due imprese. L’obiettivo non è quello di tentare un bilancio critico dell’attività del¬la Commissione in questo settore dell’antitrust, bensì di utilizzare i casi suddetti, con le relative informazioni contenute nei testi delle decisioni, per la costruzione di una base dati che consenta di porre in luce le principali caratteristiche dei processi di concentrazione che hanno investito il sistema delle grandi imprese dell’industria e del ter¬ziario in Europa nel periodo che segue il progetto di completamento del mercato interno e che precede l’introduzione della moneta unica. Occorre notare che, secondo i criteri fissati dal Regolamento, le ope¬razioni notificate si riferiscono a imprese che superano elevate soglie di fatturato complessivo e all’interno dell’Unione. Simili criteri fanno sì che l’analisi privilegi i settori caratterizzati contemporaneamente dalla presenza di ampie economie di scala e di elevati incentivi alla multinazionalizzazione, trascurando necessariamente i settori domi¬nati da imprese di minori dimensioni, anche quando in essi si realiz¬zano importanti collegamenti proprietari a livello europeo. Pur con questi limiti, i dati consentono di avanzare ipotesi interpretative sia sulla distribuzione settoriale delle grandi operazioni di concentrazio¬ne, sia sul grado di coinvolgimento dei singoli paesi, durante il decen¬nio della globalizzazione, dell’avvicinamento alla moneta unica e del maturare delle precondizioni per l’esplosione del fenomeno Internet e new economy.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Premessa Il presente lavoro ha come oggetto l’analisi delle operazioni notificate alla Commissione durante i primi sette anni di operatività piena del Regolamento (1991-97). Si tratta di quasi 600 casi (acquisizioni-fusioni e creazioni di joint venture concentrative). che superano gli 800 tenendo conto di quelli coinvolgenti più di due imprese. L’obiettivo non è quello di tentare un bilancio critico dell’attività della Commissione in questo settore dell’antitrust, bensì di utilizzare i casi suddetti, con le relative informazioni contenute nei testi delle decisioni, per la costruzione di una base dati che consenta di porre in luce le principali caratteristiche dei processi di concentrazione che hanno investito il sistema delle grandi imprese dell’industria e del terziario in Europa nel periodo che segue il progetto di completamento del mercato interno e che precede l’introduzione della moneta unica. Occorre notare che, secondo i criteri fissati dal Regolamento, le ope- razioni notificate si riferiscono a imprese che superano elevate soglie di fatturato complessivo e all’interno dell’Unione. Simili criteri fanno sì che l’analisi privilegi i settori caratterizzati contemporaneamente dalla presenza di ampie economie di scala e di elevati incentivi alla multinazionalizzazione, trascurando necessariamente i settori dominati da imprese di minori dimensioni, anche quando in essi si realiz- zano importanti collegamenti proprietari a livello europeo. Pur con questi limiti, i 2

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Gaetano Ullì Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 559 click dal 17/02/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.