Skip to content

I ''Sillabari'' di Goffredo Parise

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Priano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Gian Giacomo Amoretti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 136

Presentazione ed analisi della bibliografia di G. Parise alla luce della sua ultima pubblicazione e capolavoro: i "Sillabari", di cui si fornisce attenta analisi e reazioni della critica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. INTRODUZIONE. Jauffrè passa le notti incapsulato in una botte. Alla prim’alba s’alza un fischione e lo sbaglia. Poco dopo c’è troppa luce e lui si riaddormenta. E’ l’inutile impresa di chi tenta di rinchiudere il tutto in qualche niente che si rivela solo perché si sente. Eugenio Montale, Diario del ’71 e del ’71. “Passavamo spesso le sere di quegli anni Sessanta a chiacchierare nei caffè. Come mi piaceva la sua cadenza veneta! Era una musichetta ironica nascosta dentro tutto quel che diceva, e io ne ero sedotto al punto che a volte non seguivo neppure il filo del discorso…” Raffaele La Capria, Caro Goffredo. “Le sue risorse erano […] stupefacenti e i desideri di vita, niente affatto dimenticati, attendevano di essere esauditi con una pienezza incredibile dato il suo stato. Come quello di serbare intatta l’allegria per un pranzo tra amici, fare viaggi all’estero, amare nuove donne e tornare a sciare ogni inverno. L’istinto vitale e quello poetico si erano mescolati, e quello poetico trascinava quello vitale a desiderare e a gioire sempre di qualcosa.” Nico Naldini, Tracce autobiografiche nei due Sillabari. Questi i ricordi che tre amici dello scrittore Goffredo Parise hanno serbato di lui nel cuore. Una poesia che lo ritrae nelle vicinanze dell’amata casa sul Piave, quando s’alzava prima dell’alba per immergersi da solo nella natura, con la scusa della caccia ed il desiderio di sentirsi in sintonia ed in armonia col tutto. Col segreto progetto di tradurre le proprie emozioni in parole e racconti, per renderle fruibili a chi le volesse assaporare, per concretizzare su un piano narrativo delle alchimie astratte di sensi. Con l’intenzione di riflettere su di sé e sull’uomo, in cerca dell’equilibrio, della concordanza e della serenità, che infondono benessere nell’animo di ciascuno. Lo stralcio di un lungo brano di memoria di un amico, che ripensa ai tempi felici trascorsi insieme, scherzando e ridendo per intere nottate, ascoltando i fantasiosi racconti dello scrittore veneto, ricchi di “particolari così inconcepibili che alla fine il fatto che fosse tutto vero o tutto inventato era solo una questione secondaria, irrilevante”. Momenti trascorsi a creare complicità fra le persone “per fare comunella, come si fa a scuola da ragazzi”, oppure ad inseguire strani personaggi per conoscerne la vita ed il mistero. Lassi di tempo trascorsi a discutere di letteratura, distinguendo gli autori che scrivono col cuore e quelli colla ragione, ossia tra “gli scrittori cui la cultura è da imputarsi come un’aggravante […] e quelli cui la cultura serve a fare più attento il cuore”. Oppure circostanze consumate in compagnia di persone eterogenee: artisti, comparse, registi, “con la mondana all’angolo della strada e coi mondani dei salotti romani e milanesi”, perché Parise era “curioso di tutti e di tutto, e questa sua curiosità lo spinse a conoscere il mondo, le cose che accadono, direttamente dove accadono, la gente e i paesi più lontani”. E un brano dedicato al ricordo delle passioni di Parise: lo sci, la buona cucina, i viaggi, le donne e la vita, tutte le passioni che cercherà di mantenere anche dopo l’insorgere dei problemi circolatori e poi renali. “Goffredo [era] un malato deciso a tenere a

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi