Skip to content

Sintesi simultanea FAME ed acetil esteri della glicerina

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Gualdi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze chimiche
  Relatore: Ezio  Battistel
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

Sintesi simultanea FAME ed acetil esteri della glicerina

Il presente scritto di Tesi riassume l’attività di tirocinio svolta (dal Luglio 2008 al Dicembre 2008) nel Centro Ricerche per le Energie non Convenzionali – Istituto ENI Donegani – (Eni S.p.A.) a Novara.
L’obbiettivo della tesi è lo studio della sintesi simultanea di esteri metilici di acidi grassi (FAME) ed acetil esteri della glicerina (triacetina) per mezzo di una reazione di transesterificazione a partire da trigliceridi e acetato di metile.

Transesterificazione del trigliceride con acetato di metile
La reazione studiata è la transesterificazione di un trigliceride a catena corta (tributirrina) o lunga (trioleina o olio di oliva) con acetato di metile a dare gli esteri metilici degli acidi grassi (FAME, fatty acids methyl esters) e triacetina.
Lo studio si è composto in 4 passaggi, dove la parte principale e maggiore è stata il lavoro sperimentale per lo screening dei catalizzatori.

1. Prove Motoristiche
Il prodotto della reazione di transesterificazione tra oli vegetali e acetato di metile è una miscela contenente FAME (81% in peso) e triacetina (19% in peso), nel caso in cui si arrivi a conversione completa di tutti i reagenti. La miscela (80+20, FAME+triacetina) è stata testata come combustibile in prove di simulazione motoristica presso il Centro Ricerche per i Carburanti dell’Eni a San Donato Milanese (MI).
I test effettuati sulla miscela FAME + triacetina hanno permesso di concludere che tale miscela può essere usata come combustibile del biodiesel per autotrazione.

2. Calcoli Termodinamici
Si è cercato di approssimare i dati sperimentali di resa in metil estere (ME) e in triacetina (TAG) mediante un calcolo teorico basato sulle proprietà termodinamiche del sistema di reazione. Infatti, la reazione di interesse può essere scomposta in una serie di equazioni multiple successive, ognuna caratterizzata da una costante di equilibrio, K, e da un, ΔH° di reazione.
I calcoli termodinamici mediante l’analisi delle costanti di equilibrio della serie di reazioni presenti nel sistema hanno permesso di concludere che il limite termodinamico di equilibrio della reazione complessiva non è limitante allo scopo di ottenere alte rese di reazione. Di conseguenza, queste dipendono dall’attività del catalizzatore e/o dal tipo di catalisi.

3. Disegno Sperimentale
E’ noto come le attività dei catalizzatori di transesterificazione siano fortemente influenzate dal tipo di condizioni operative adottate; a tal proposito l’individuazione delle condizioni operative più adatte per la reazione di interesse ha richiesto uno studio statistico preventivo.
Lo studio statistico ha permesso di focalizzare l’attenzione sulle variabili importanti per la reazione, rispetto alle condizioni di partenza. È stato trovato che la variabile più influente è la concentrazione del catalizzatore.

4. Screening Catalitico
Allo scopo di trovare il migliore sistema catalitico per tale reazione, è stato effettuato uno screening di catalizzatori selezionati da:
- acidi inorganici (sia omogenei che eterogenei); i risultati ottenuti hanno evidenziato che i catalizzatori più attivi sono caratterizzati da valori di acidità più elevata (ac.3FMS e Nafion): più forte è l’acidità e più alte sono le conversioni e le rese;
- basi inorganiche/organiche (sia omogenee che eterogenee); i risultati ottenuti hanno permesso di concludere che i catalizzatori più attivi sono le basi di Bröensted (metilato di Na e tert-butilato di K) che, secondo il meccanismo di reazione ipotizzato, favoriscono la formazione della specie cataliticamente attiva, lo ione CH3-O-;
- enzimi (lipasi); i risultati hanno individuato il catalizzatore più attivo nella lipasi da Candida antarctica. Questo enzima è risultato essere anche il catalizzatore migliore in assoluto nel caso della trioleina (olio di oliva).

L’attività svolta si inserisce in un contesto più ampio finalizzato allo studio di nuovi metodi, potenzialmente industrializzabili, per la produzione di componenti per il diesel in un unico stadio, partendo direttamente dai trigliceridi senza la co-produzione di glicerolo. Gli sviluppi dell’attività nell’immediato futuro possono riguardare principalmente la sintesi di nuovi additivi per diesel da fonte rinnovabile al fine di minimizzare l’impatto ambientale (produzione di gas serra) e l’efficienza dei motori per autotrazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Obbiettivo Tesi - 3 - Obbiettivo Tesi Il presente scritto di Tesi riassume l’attività di tirocinio svolta (dal Luglio 2008 al Dicembre 2008) nel Centro Ricerche per le Energie non Convenzionali – Istituto ENI Donegani – (Eni S.p.A.) a Novara. L’obbiettivo della tesi è lo studio della sintesi simultanea di esteri metilici di acidi grassi (FAME) ed acetil esteri della glicerina (triacetina) per mezzo di una reazione di transesterificazione a partire da trigliceridi e acetato di metile. Allo scopo di trovare il migliore sistema catalitico per tale reazione, è stato effettuato uno screening di catalizzatori selezionati da: - acidi inorganici (sia omogenei che eterogenei); - basi inorganiche/organiche (sia omogenee che eterogenee); - enzimi (sia omogenei che eterogenei). Infine, con i prodotti della reazione (FAME e esteri della glicerina) sono state effettuate prove chimico-fisiche e motoristiche per valutarne la validità come componenti per il biodiesel.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

biocarburanti
biodiesel
diesel
fame
glicerina
metil estere
triacetina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi