Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Coordinamento strategico tra ufficio stampa e urp nella Pubblica Amministrazione. Il caso del Comune di Ancona.

È possibile un coordinamento tra l’Ufficio stampa e l’ufficio per le relazioni con il pubblico, all’interno di un Ente pubblico locale? Con quali modalità, attività e strumenti è possibile un’integrazione tra le principali funzioni di governo: comunicazione e informazione? È a partire da questi quesiti che nasce e si sviluppa il presente lavoro, dal personale interesse cresciuto durante le lezioni di “teorie e tecniche della comunicazione pubblica” e dall’esperienza lavorativa che ho potuto effettuare all’interno di una pubblica amministrazione. Nel primo capitolo, mi sono soffermata sull’importanza, conferita dagli anni Novanta in poi, a tutti quei principi quali trasparenza, sussidiarietà, efficacia, efficienza e partecipazione, basilari per attivare quel processo di trasformazione ancora in atto nella comunicazione pubblica. Nodo significativo in questo processo, è da riferirsi alla legge 150 del 2000 che qui ho sviluppato con una particolare attenzione, sia per le attività di comunicazione esterna ed interna attuate dall’Ufficio per le relazioni con il pubblico, sia per la funzione di informazione e relazione con i mass media svolta dall’Ufficio stampa. Comunicazione e informazione permettono all’amministrazione pubblica, non solo di essere sempre più vicina alle esigenze e aspettative della società contemporanea, ma sono funzioni caratterizzate da un valore sociale e strumenti di progresso che, nel corso del tempo, hanno sviluppato una radicale trasformazione dei rapporti tra Ente locale e cittadini. Un cambiamento tuttora in divenire, proiettato verso il concretizzarsi della comunicazione integrata.
Nella parte centrale della ricerca, infatti, ho approfondito quest’ultima tematica, descrivendo sia la necessità di gestire i flussi comunicativi provenienti da tutti i settori dell’organizzazione, sia la razionalizzazione e integrazione nell’uso dei vari strumenti di comunicazione. Con l’ausilio di teorie e normative, ho potuto delineare le tipologie di coordinamento realizzabili, le strategie e le competenze, capaci di attuare tale coordinamento tra le strutture dedicate alla comunicazione e non solo, all’interno della pubblica amministrazione. Il coinvolgimento personale nell’ambito del tirocinio svolto, unito alle diverse prospettive di chi quotidianamente esercita tali professioni e mette in atto comunicazione e informazione, -protagonisti complementari nell’azione pubblica-, e attraverso alcuni apporti teorici e normativi, mi hanno permesso di disegnare una specifica situazione -definita nel terzo capitolo-, vale a dire la comunicazione pubblica e il coordinamento tra Ufficio stampa e Urp all’interno del Comune di Ancona.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE È possibile un coordinamento tra l’Ufficio stampa e l’ufficio per le relazioni con il pubblico, all’interno di un Ente pubblico locale? Con quali modalità, attività e strumenti è possibile un’integrazione tra le principali funzioni di governo: comunicazione e informazione? È a partire da questi quesiti che nasce e si sviluppa il presente lavoro, dal personale interesse cresciuto durante le lezioni di “teorie e tecniche della comunicazione pubblica” e dall’esperienza lavorativa che ho potuto effettuare all’interno di una pubblica amministrazione. Nel primo capitolo, mi sono soffermata sull’importanza, conferita dagli anni Novanta in poi, a tutti quei principi quali trasparenza, sussidiarietà, efficacia, efficienza e partecipazione, basilari per attivare quel processo di trasformazione ancora in atto nella comunicazione pubblica. Nodo significativo in questo processo, è da riferirsi alla legge 150 del 2000 che qui ho sviluppato con una particolare attenzione, sia per le attività di comunicazione esterna ed interna attuate dall’Ufficio per le relazioni con il pubblico, sia per la funzione di informazione e relazione con i mass media svolta dall’Ufficio stampa. Comunicazione e informazione permettono all’amministrazione pubblica, non solo di essere sempre più vicina alle esigenze e aspettative della società contemporanea, ma sono funzioni caratterizzate da un valore sociale e strumenti di progresso che, nel corso del tempo, hanno sviluppato una radicale trasformazione dei rapporti tra Ente locale e cittadini. Un cambiamento tuttora in divenire, proiettato verso il concretizzarsi della comunicazione integrata. Nella parte centrale della ricerca, infatti, ho approfondito quest’ultima tematica, descrivendo sia la necessità di gestire i flussi comunicativi provenienti da tutti i settori dell’organizzazione, sia la razionalizzazione e

Laurea liv.I

Facoltà: Sociologia

Autore: Gaia Bontempi Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1968 click dal 26/02/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.