Skip to content

Le Bagattelle di Beethoven nel contesto del suo processo creativo

Informazioni tesi

  Autore: Valeria Condorelli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Istituto di Alta Formazione Musicale Vincenzo Bellini Catania
  Facoltà: Discipline musicali - Pianoforte
  Corso: Diploma Accademico di II Livelo indirizzo interpretativo-compositivo
  Relatore: Dario Miozzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 134

La tesi esamina, alla luce delle sue opere pianistiche maggiori e del percorso creativo di Beethoven, la produzione cosiddetta minore del maestro, tentando di mettere in luce il carattere sperimentale che le variazioni, i Lieder e in particolare Le Bagattelle per pianoforte hanno in riferimento al suo stile. Portate alle estreme conseguenze le possibilità formali ed espressive della forma Sonata, ed alla fine del suo personale percorso artistico, Beethoven getta un ponte tra classicismo e romanticismo, e anticipa attraverso l'idea del ciclo di piccoli pezzi, la soluzione della crisi stilistica a cavallo tra due epoche, suggerendo ai posteri la via del rinnovamento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. Hausmusik: un genere alla moda Intorno alla metà del XVIII secolo, l’accresciuto potere culturale della borghesia illuminata aveva influenzato notevolmente il gusto musicale mitteleuropeo, conducendo nell’arco di un ventennio (1740 – 1760) al nuovo codice artistico dello Stile galante. Questa trasformazione culturale prende le mosse dalla critica ostile, condotta nei confronti della produzione di Johann Sebastian Bach, da Johann Adolf Scheibe nella sua rivista «Der critische Musikus» (1737). Il compositore e teorico tedesco rilevava le asprezze formali dello stile contrappuntistico, che oscurando la linea melodica principale all’interno del fitto tessuto polifonico, imponeva all’esecutore enormi difficoltà tecniche a discapito dell’espressione spontanea del sentimento e dell’eleganza. La produzione e il gusto musicale presero allora le distanze dal contrappunto in favore di una scrittura più semplice e immediata, in cui la parte melodica fosse ben distinta dall’accompagnamento, mentre il ritmo regolare, abbinato alla simmetria delle frasi, associava la brevità della forma e la leggerezza del carattere, alle danze della suite barocca. Dagli anni Cinquanta del Settecento cominciarono a proliferare, in area soprattutto francese e germanica, trattati e raccolte di piccoli pezzi per ogni sorta di strumento, con l’intento di rinnovare, in funzione della poetica dell’espressività e del sentimento ‘galanti’, anche le tecniche di esecuzione 1 . La finalità pedagogica di queste opere si basava sul fondamentale e comune requisito della ‘facilità’, coinvolgendo così, nel processo di rinnovamento 1 Tra i maggiori trattati: Die Kunst das Klavier zu spielen (L’arte di suonare il pianoforte), F.W. Warpurg (1750); Versuch einer Anweisung die Flöte traversiere zu spielen (Saggio per una guida a suonare il flauto traverso), Quantz (1752); Versuch über die wahre Art das Clavier zu spielen (Saggio riguardo alla vera arte di suonare il pianoforte), C. Ph. E. Bach (1753-62); Versuch einer gründlichen Violinschule (Saggio approfondito sulla scuola di violino), L. Mozart (1756).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte
bagattelle
beethoven ludwig van
ciclo
classicismo
composizione
cosette
forma
genio creativo
grande maestro
immortale amata
interpretazone
lieder
pianoforte
processo creativo
raccolte di piccoli pezzi
schizzi
sinfonie
sonate per pianoforte
sordità
trascendentale
variazioni
vienna
virtuosismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi