Skip to content

Diagnosi strategica azienda Sacchettificio Mantucci - Caso aziendale

Informazioni tesi

MPI - Master Piccole Imprese
  Autore: Cristiano Mantucci
  Tipo: Tesi di Master
Master in
Anno: 2001
Docente/Relatore: Federico Visconti
Istituito da: Scuola Direzione Aziendale - SDA Bocconi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 85

Il progetto sul campo oggetto di questo scritto riguarda una azienda del settore cartotecnico, che nello specifico produce sacchetti e carta per il settore alimentare.
Viene qui effettuata una diagnosi strategica della situazione dell'azienda a fronte delle minacce, delle opportunita, dei suoi punti di forza e dei suoi punti di debolezza difronte alle sfide che il suo ambiente gli pone o che gli porra nel breve futuro.
Durante lo svolgimento della diagnosi strategica si utilizzano vari strumenti appartenenti alle discipline economiche-finanziare, come il cash flow, l'analisi di bilancio, sia strumenti di strategia, quali Matrice di Porter, Matrice BCG, Ciclo di Vita dell'azienda, S.w.o.t. Analisys, Catena del Valore e si sono fatte analisi del mercato cartotecnico italiano.
Utilizzando l'approccio diagnostico, ossia analisi, diagnosi e cura, si è cercato prima di capire se la strategia dell'azienda è coerente e congrua alle sfide del mercato e se così non è; si è cercato di formulare un'indicazione per riportare l'azienda verso una strategia di succeso.
Questo non è uno scritto accademico deve si spiegano gli strumenti, ma è uno studio dove si motra, con un caso di specie, l'uso integrato che deve essere fatto degli strumenti di analisi e come sprumenti provenienti da diverse aree scientifiche vengono usati coordinatamente per comprendere, analizzare i problemi dell'azienda, anche quando questa non crede di averne e, eventualmente prospettare delle possibili soluzioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione La storia del Sacchettificio Mantucci Il Sacchettificio Mantucci è sempre legato alla famiglia Mantucci, che lo ha fondato, lo ha fatto crescere e tuttora ne controlla la totalità della proprietà. I Mantucci sono una famiglia originaria della zona del folignate, tant’è che questo cognome è diffuso solo a Foligno e nei comuni limitrofi. Essi provengono dalla media borghesia agricola diffusa agli inizi del secolo nelle campagne umbre, ossia da quei piccoli mezzadri che oltre a coltivare la propria terra, coltivavano anche quella di ricchi possidenti terrieri. Dopo la fine della seconda guerra mondiale e con l’inizio del boom economico, l’Umbria, regione con una forte cultura agricola, inizia una profonda modificazione economica. Inizia così a nascere qualche grande industria, a Perugia per esempio la Perugiana, l’Ellesse e le tessiture Spagnoli, mentre a Foligno lo Zuccherificio Eridania (N.d.R.: “Ora ridotto ad un rudere d’archeologia industriale”), uno stabilimento della Macchi Aeronautica e il conseguente indotto (Umbria Cuscinetti, OMA). Delle attività svolte dalla piccola borghesia di campagna, in un’economia in cui inizia a prevalere il settore industriale su quello agricolo, sopravvivono solo le colture di pregio, quale l’olio di Trevi o il Sagrantino di Montefalco. La famiglia Mantucci, in quel periodo, aveva subito molti danni dalla seconda guerra mondiale, a questo si aggiunge la prematura morte del capo famiglia a seguito di una lunga malattia. La situazione non era certo rosea, la signora Mantucci, rimasta sola, fu aiutata ad allevare i suoi quattro figli dai fratelli del defunto marito. Tale comportamento viene spiegato, sia dalla profonda solidarietà che 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi di mercato
boston consulting group
cartotecnico
ciclo di vita
diagnosi strategica
matrice di porter
quote di mercato
s.w.o.t. analisys
strategia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi