Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il tema della gelosia nei componimenti di Torquato Tasso

Il tema della gelosia è molto presente nei componimenti di Torquato Tasso. Il lavoro mira a mostrare quanto grande sia il debito del poeta verso i grandi scrittori della letteratura italiana, da Dante, a Petrarca fino a Lorenzo de' Medici e Poliziano. Un'analisi tematica, metrica e retorica delle poesie tassiane, in continuo confronto con gli stilemi della tradizione lirica italiana.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Le Rime per Lucrezia Bendidio e il tema della gelosia Per lungo tempo la grande fama della Gerusalemme Liberata ha adombrato la produzione lirica del Tasso, relegandola ingiustamente in una posizione di secondo piano, riducendola a semplice eredità petrarchista priva di propri caratteri peculiari. Tra i primi a rivalutare le Rime e a riconoscervi importanti tratti di originalità, vi fu il Foscolo che, in un saggio del 1822 1 , sottolineò come la lirica tassiana avesse notevolmente arricchito le potenzialità espressive della poesia italiana, permettendole di liberarsi dai vincoli delle forme tradizionali. L’esperienza lirica caratterizza tutta la vita del Tasso; egli compone infatti un numero elevatissimo di sonetti, canzoni, madrigali, ballate, sottoponendole a una continua rielaborazione, sia a livello di correzione di singole poesie, sia a livello di ordinamento complessivo dell’opera. Questo studio vuole focalizzare particolarmente la propria attenzione sul Primo libro delle Rime del Tasso, che contiene 129 liriche dedicate alla giovane Lucrezia Bendidio; questa raccolta delinea complessivamente i contorni di un sentimento amoroso complesso e contrastato, sentimento che non si presenta innanzi agli occhi del lettore quale monocorde elogio di bellezza della donna amata, ma come vivace espressione di toni e di stati d’animo mutevoli, intensi ma spesso in conflitto tra di loro. La gamma di sentimenti riscontrabile in questo primo libro è davvero varia e multiforme: essa comprende momenti di estremo trasporto passionale, destinato tuttavia poco dopo ad appiattirsi in tradizionale omaggio cortese, elegante e complimentoso, per poi riaccendersi successivamente fino a picchi di rabbia, odio feroce, gelosia incontrollabile, presa di coscienza della vanità del sentimento amoroso. Anche la donna rappresentata in queste poesie non rispetta i canoni fissati dalla tradizione precedente: il Tasso rappresenta un’idea di bellezza non assoluta, al di fuori di ogni previsione e di ogni classificazione; è un’entità misteriosa, non spiegabile razionalmente, in grado di essere 1 Ugo Foscolo, The Lyrik Poetry of Tasso, in Opere, Edizione Nazionale, vol. X, Firenze, 1953. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere

Autore: Chiara Bertuzzi Contatta »

Composta da 55 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4152 click dal 12/03/2009.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.